Ultime News
  • Home
  • homepage
  • SI INDAGHI SULLA GESTIONE DEL CANTIERE DEL PALAZZETTO

SI INDAGHI SULLA GESTIONE DEL CANTIERE DEL PALAZZETTO

By on gennaio 11, 2021 0 48 Views

A nome di tutte le minoranze in Consiglio Comunale, Marco Mattarelli, ha comunicato oggi alla stampa che è stato Presentato, nelle scorse settimane, un esposto alla Procura e all’Autorità anticorruzione

Così Mattarelli:
“ Troppe cose non sono chiare. Troppi dubbi sembrano trovare conferma. Persino la richiesta di una Commissione “speciale” per fare chiarezza su costi e procedure per l’ampliamento del Palazzetto dello Sport arrivati a questo punto non è più sufficiente. Peraltro la Giunta si è guardata bene dall’attivare questa commissione, nonostante siano passate settimane dal voto in Consiglio. Evidentemente non c’è tanta voglia di “accendere la luce” su una serie di operazioni che non convincono non solamente le minoranze consiliari ma che hanno spinto anche il Segretario generale del Comune di Cento che, per legge, è anche figura preposta all’anticorruzione a segnalare nel suo referto annuale un uso di “frazionamento” negli appalti che appare poco comprensibile e non in linea con le norme. Il Segretario generale in particolare scrive
Testualmente:
“ La presenza di diverse determinazioni del servizio lavori pubblici e patrimonio che prevedono analogo lavoro e/o fornitura senza alcuna motivazione di carattere tecnico inducono ad evidenziare una ipotesi di violazione del principio di programmazione nonché del divieto di artificioso frazionamento. “ ……

Parole molto simili a quelle che il Capogruppo del Partito Democratico aveva usato nella seduta consiliare del XY (https://youtu.be/0qGUU0OQjbc?t=3524), rilanciate poi da tutti i banchi di minoranza.
Il timore che va facendosi concreto è che ci sia stato un ricorso troppo “allegro” al cosiddetto spacchettamento o frazionamento. Quella procedura che prevede di mettere a gara un intervento di base già sapendo che poi si procederà a tanti altri affidamenti tutti sotto soglia per far lievitare il costo finale utilizzando però una procedura più agevole nell’ambito della normativa degli appalti. Insomma in questo modo si utilizzerebbe una procedura non corretta e questo lascia ampi dubbi. Solo qualche giorno fa, ennesimo esempio, sono stati stanziati ulteriori €87’000, sempre per il palazzetto. La spesa originariamente prevista in 3.250.000___ € è già oggi lievitata di quasi un milione. E non è ancora finita perché la struttura è ancora priva dell’omologazione e saranno necessari altri interventi.

Nell’impossibilità di ottenere le dovute risposte ai tanti interrogativi, sempre più inquietanti che creano un velo d’ombra attorno a questo cantiere, tutti i Capigruppo consiliari di minoranza, assieme al consigliere Cacciari del gruppo misto e alla consigliera Giberti, della Lega, hanno sottoscritto un esposto che è stato presentato all’autorità giudiziaria e all’Anac, autorità Nazionale anticorruzione.

L’esposto è semplicissimo e si limita a riportare quanto osservato dal Segretario generale del Comune di Cento ponendo dunque all’autorità competente la richiesta di verificare se questi atteggiamenti e queste procedure siano effettivamente o meno rispettose delle leggi. Purtroppo l’attività del Comune di Cento ha da troppi anni elementi poco trasparente. Il Sindaco e la Giunta evitano ogni occasione di confronto, umiliano il dibattito consiliare e mettono le istituzioni di fronte a fatti compiuti. Rifiutano anche di motivare gli stessi comportamenti. La spesa pubblica lievita, il debito del comune di Cento aumenta. E tutto questo senza alcuna concreta possibilità di controllo da parte delle minoranze.
I forti dubbi di irregolarità hanno spinto così tutte le minoranze, da destra a sinistra, ad un comune atto che ha segnalato la situazione alla magistratura.

FIRMATO :
MARCO MATTARELLI
PIERO LODI
ENRICO MALUCELLI
DIEGO CONTRI
GUNNER MACCAFERRI
MARCO PETTAZZONI
ELISABETTA GIBERTI
ALBERTO CACCIARI

Share Button
Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *