Ultime News
  • Home
  • homepage
  • 27 LUGLIO…RECORD DI PRESENZE ALL’OSSERVATORIO!

27 LUGLIO…RECORD DI PRESENZE ALL’OSSERVATORIO!

By on luglio 30, 2018 0 234 Views
Se la Luna si veste di rosso è sicuramente per una serata particolare, una serata di gala alla quale nessuno dovrebbe mancare.
Ebbene, la serata è quella del 27 Luglio, dove Luna, Terra e Sole si danno appuntamento allineandosi per generare lo spettacolo dell’eclissi totale di Luna.
La Terra, intercettando i raggi del Sole, proietta la propria ombra sulla Luna, una ombra a forma di cono dai contorni poco taglienti sfumati di rosso.
La purpurea ombra abbraccia quindi piano piano il nostro satellite, che, forse imbarazzato, si tinge via via di un rosso sempre più intenso e profondo.
Nel cielo assistono allo spettacolo anche gli altri astri. Poco distante c’è Marte, in prima fila, seguito da Saturno e Giove, mentre timidamente Venere segue da lontano questa danza celeste.
 
Allo spettacolo assistono anche le persone che in gran numero sono arrivate all’osservatorio di Cento, aperto per l’occasione.
Un piccolo gruppo di visitatori attende fuori dai cancelli l’apertura dell’osservatorio ma, dopo pochi istanti ne arrivano altri e poi altri, altri ed altri ancora.
Una moltitudine di visitatori prende posto nel cortile dell’osservatorio, sembrano non finire più (c’è chi ne ha contati oltre 500). Ovunque si rivolga lo sguardo, si scorgono persone ad osservare il cielo, a chiedere spiegazioni o semplicemente a chiacchierare tra loro. Ormai al collasso, il sito astronomico non riesce ad ospitarne altre che via via si riversano nella adiacente strada, dove sono state allestite tre postazioni osservative, tutte affollatissime.
Nella gremita cupola si osserva Venere, splendente, che appare come uno spicchio, quasi volesse nascondersi, ma tutti sanno che Venere mescola bellezza a timidezza.
Nel cortile, lo spavaldo Marte si mostra nella sua indole rossa belligerante, mentre Saturno fa bella mostra dei suoi splendidi anelli. Giove brilla come non mai, vigoroso mostra al telescopio i suoi 4 satelliti e le sue bellissime striature gassose.
Sono le 21:30 e là, oltre i tetti delle adiacenti strutture, sorge la Luna. Mentre il tempo passa, il rosso è sempre più intenso e l’emozione dei presenti sale, caricando l’area di energia positiva e stupore primordiale.
Siamo abituati a definirci persone moderne, ma come in un ancestrale passato continuiamo a stupirci davanti a questi incredibili spettacoli della natura.
Un’emozione bellissima, condivisa con tanta bellissima gente.
 
Un grazie a Thomas Mazzi (Astrofili Centesi) per il bellissimo racconto
 
Share Button
Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *