Ultime News
  • Home
  • homepage
  • “43 MILIONI DI EURO ALLA SANITÀ FERRARESE, MA CENTO VIENE TAGLIATA FUORI”

“43 MILIONI DI EURO ALLA SANITÀ FERRARESE, MA CENTO VIENE TAGLIATA FUORI”

By on febbraio 24, 2022 0 208 Views

PNRR SALUTE, CARDI (LEGA): “43 MILIONI DI EURO ALLA SANITÀ FERRARESE, MA CENTO VIENE TAGLIATA FUORI”

Pochi giorni fa l’Assessore alla Sanità e il segretario comunale del PD etichettavano rispettivamente come “stupidate” e “fake-news” le preoccupazioni della Lega sul futuro dell’Ospedale di Cento. È di ieri invece l’annuncio dell’approvazione da parte della Regione E-R del “PNRR Salute”, che prevede investimenti per ben 43 milioni di euro sulle strutture sanitarie dell’intera provincia di Ferrara, lasciando però indietro proprio Cento, per cui nulla è previsto.

“Davvero un pessimo risultato raggiunto da chi fino a pochi giorni fa ha accusato la Lega di raccontare menzogne. Quarantatre milioni di euro del PNRR investiti sulla sanità provinciale, nulla a Cento. Per l’assessore e il segretario del PD sono stupidate e fake news anche queste?” A chiederlo è il coordinatore comunale della Lega, Luca Cardi: “Sbagliamo a preoccuparci se vediamo investimenti in tutte le altre strutture della provincia ma nulla sul SS. Annunziata? Secondo la sinistra è già così all’avanguardia da non meritare ulteriori investimenti?” Il problema non sembra però riguardare soltanto il capoluogo, ma anche le frazioni col punto salute di Casumaro per il quale, secondo Cardi, “sembrerebbe che al momento non siano previsti nemmeno i fondi per renderlo davvero operativo. Da qui si capisce come mai la Giunta, da mesi, stia ignorando gli appelli dell’opposizione su quella struttura in particolare. Il PD – chiude Cardi – è a capo di Comune, Provincia e Regione: non accetteremo il solito scaricabarile. Si assumano le loro responsabilità e diano certezze e risposte chiare, con la sanità non si scherza. Noi siamo pronti a fare la nostra parte, ma non accettiamo che ci si prenda gioco delle preoccupazioni dei centesi.”

Share Button
Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *