Ultime News

A.A.A. CERCASI SINDACO TOSELLI

By on marzo 27, 2017 0 224 Views

in arrivo alla nostra Redazione un comunicato Stampa a Firma Partito Democratico sezione di Cento, con il quale si accusa il Sindaco di aver strumentalizzato in campagna elettorale l’argomento Cispadana per poi non occuparsene più appena eletto. Queste le parole nei confronti di Toselli.

“CISPADANA, aumentano le “sparizioni”. Qualche settimana fa è “sparito” il quarto tracciato, quello promesso in campagna elettorale dall’attuale Sindaco Fabrizio Toselli. Accantonato un minuto dopo l’avvenuta elezione perché irrealizzabile e fuori tempo massimo. Proprio come il Partito Democratico sostiene oramai da 6 anni. Subito dopo le vuote promesse elettorali è “sparito”, ora, anche lo stesso Sindaco. Forse proprio per non dover rendere conto di quanto promesso…

Assente dai tavoli in cui si ragiona di tracciato. Dopo aver disertato tutte e due le riunioni della Commissione consigliare (voluta dal Partito Democratico e, inizialmente, osteggiata dalla maggioranza in un Consiglio comunale complicato), pilatescamente il primo cittadino lascia in prima linea i Presidenti di Consulta.

Noncurante del fatto che, in questo modo, si alimentano tensioni tra i territori. Disinteressandosi del fatto che un tema così delicato e di portata storica quale l’arrivo di un’autostrada sul nostro territorio, è la priorità delle priorità. Il Consiglio comunale, su proposta del Partito Democratico ha votato un documento che impegnava l’Amministrazione comunale a fare alcune cose. Un documento in larghissima parte ignorato. Il PD aveva chiesto il coinvolgimento di una Commissione consiliare, cosa avvenuta dopo lunghe e spiacevoli sollecitazioni. Ma come Partito avevamo chiesto soprattutto che venisse svolto in tempi rapidi un censimento delle abitazioni impattate dal tracciato oggi definitivo. Che venisse calendarizzato rapidamente un programma di incontri con i proprietari delle abitazioni coinvolte per capire, quali strategie mettere in campo e per schierarsi al fianco di chi pagherà il prezzo di un’opera che per la nostra Comunità porterà comunque vantaggi. Il Sindaco, assente sul piano politico e istituzionale, si è limitato invece a registrare, tutte le proposte pervenute… È oramai nota la grande propensione del primo cittadino di Cento per dire di sì a tutti e a tutto. Anche a proposte tra loro contrastanti. È quello che è successo in queste settimane: il Sindaco si è detto favorevole sia allo spostamento del tracciato che alle modifiche all’attuale; sì alla trincea ma anche alla galleria, a tutto e al contrario di tutto…

Naturale che a un certo punto Toselli abbia sentito l’esigenza di “sparire” dai tavoli per non dovere rendere conto di questo suo ondivago modo di operare.

Intanto scadono i termini per presentare osservazioni.

All’ultimo minuto, come ci ha oramai abituato questa Amministrazione, metteremo insieme una serie di osservazioni di varia natura e, a quanto riporta la stampa, verrà affidato ai tecnici comunali il compito di fare sintesi, ignorando il più elementare principio della democrazia: fare sintesi delle istanze di un territorio e trovare un punto di tenuta è compito primario delle Istituzioni e di quella locale in primo luogo.

Ma la cosa più grave è che le osservazioni che presenteremo hanno pochissima possibilità di essere accolte. Quasi nessuna. Non solo perché il dibattito è stato sbagliato dal punto di vista tecnico, ma soprattutto perché si sta scegliendo ancora una volta di illudere la nostra popolazione piuttosto che di affrontare in modo concreto e serio il problema.

Il prezzo di questa vuota e inutile demagogia lo pagheranno le famiglie più direttamente interessate dal tracciato e, questo è il timore, anche la Comunità tutta perché le migliorie effettivamente ottenibili non vengono nemmeno esaminate perché i troppo impegnati a dire di sì a tutti e a tutto e a “sparire” nel momento del bisogno.

Partito Democratico Cento

Share Button
Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *