Ultime News
  • Home
  • homepage
  • ALBERONE, CASO-BASTIA, LEGA IN REGIONE CHIAMA ASSESSORE DONINI A RIFERIRE: “SUBITO UN IMPEGNO PER CAMBIARE IL TRACCIATO

ALBERONE, CASO-BASTIA, LEGA IN REGIONE CHIAMA ASSESSORE DONINI A RIFERIRE: “SUBITO UN IMPEGNO PER CAMBIARE IL TRACCIATO

By on maggio 10, 2016 0 208 Views

La Lega Nord ‘convoca’ l’assessore regionale Donini in commissione e chiama la maggioranza Pd a impegnarsi sul cambiamento del tracciato della Cispadana, il cui percorso attuale rischia di ‘travolgere’, tra gli altri, l’abitato di Alberone e la casa – già ricostruita – di Franco Bastia. In una risoluzione presentata in Commissione III (Territorio, Ambiente e Mobilità) i consiglieri Alan Fabbri e Marco Pettazzoni chiedono all’assessore di riferire sul caso Bastia e di formalizzare l’impegno della giunta a una revisione del tracciato.
Questa situazione, come emerge anche dalla risposta a una nostra interrogazione del 15 aprile scorso, è frutto delle scelte del governo, e nello specifico del ministro (ferrarese) Franceschini, compagno di partito dell’attuale sindaco Lodi, che oggi finge di non saperne niente”, dicono Fabbri e Pettazzoni.

“La vicenda che ha interessato il signor Bastia, a cui va tutta la nostra solidarietà, è frutto dell’inadeguatezza degli apparati governati dal Pd: la ricostruzione è stata trattata come una tematica separata dalla Cispadana, nonostante la nuova autostrada passi per i territori terremotati. Una grave inadempienza amministrativa, che nasconde responsabilità altrettanto gravi”. “Oltre al caso, eclatante, dell’abitazione di Bastia – rimarca Fabbri – anche altre case subiranno forti disagi e gravi problemi se il tracciato non verrà cambiato”.

“Chiediamo quindi all’assessore Donini – che sta dimostrando una certa sensibilità sul tema – di formalizzare l’impegno (per ora relegato a dichiarazioni stampa) per il cambiamento del tracciato e per la tutela dei cittadini, nella speranza che questo possa mettere la parola fine a vicende paradossali che rischiano di creare enormi disagi e problemi ai residenti e un enorme spreco di risorse pubbliche”.

Share Button
Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *