Ultime News
  • Home
  • homepage
  • ARRIVA IL SECONDO APPELLO DI FRANCESCA CALDARONE ALL’AMMINISTRAZIONE COMUNALE

ARRIVA IL SECONDO APPELLO DI FRANCESCA CALDARONE ALL’AMMINISTRAZIONE COMUNALE

By on maggio 17, 2022 0 72 Views

Con un comunicato stampa il consigliere capogruppo Francesca Caldarone torna a parlare di aumento di tasse.

“IO NON MI ARRENDO E CONTINUO A CHIEDERE A QUESTA AMMINISTARZIONE DI FARE UN PASSO INDIETRO SULLA SCELTA DI AUMENTARE LE TASSE AI CITTADINI CENTESI.
Abbiamo ancora pochi giorni per apportare una modifica e attuare una variazione di bilancio per scongiurare l’aumento dell’irpef sulle buste paghe e sulle pensioni dei cittadini centesi.
Il periodo che stiamo affrontando, con l’aumento dei prezzi dell’energia e delle materie prime, ha drasticamente diminuito la capacità di spesa delle famiglie e ha creato problemi non superabili nel brevissimo tempo.
Per questi motivi, durante l’ultima commissione bilancio ho intrapreso con questa amministrazione, un dialogo che potesse essere costruttivo e che potesse andare nella direzione giusta, quella di una politica più vicina alle esigenze delle persone.
Ci sono le premesse per cambiare direzione e non andare ad aggravare la situazione economica delle famiglie.
Ho proposte varie soluzioni, tra cui esentare dalle tasse le fasce più deboli, dare il buon esempio spegnendo le luci all’interno degli uffici della pubblica amministrazione per evitare degli sprechi, non assumere tutti i 25 dipendenti previsti quest’anno facendolo in più fasi ed evitare così di dover aumentare l’addizionale Irpef.
Dallo Stato Italiano, arriveranno anche le coperture per i mancati flussi sugli immobili inagibili ed il comune ha un avanzo di bilancio libero che potrebbe utilizzare in supporto alle spese energetiche.
Mi domando perché proprio non si vuole pensare ai cittadini, ma solo a far cassa senza offrire più manutenzione stradale e più sicurezza.
Se questa amministrazione vuole il bene del territorio, mi ascolti e ammetta che ha sbagliato ad attuare questa scelta politica molto discutibile e faccia immediatamente un passo indietro verso le famiglie centesi.”

Share Button
Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *