Ultime News
  • Home
  • homepage
  • ASSENTE TOSELLI…MACCAFERRI FA QUELLO CHE PUO'

ASSENTE TOSELLI…MACCAFERRI FA QUELLO CHE PUO'

By on gennaio 2, 2017 0 219 Views

E’ polemica su quanto avvenuto poco prima di Capodanno nell’ultimo Consiglio Comunale. Questo il comunicato reso pubblico in questi giorni dal Gruppo PD che siede fra i banchi delle opposizioni.
“Ieri sera un Consiglio comunale che, questa la sensazione, molto probabilmente ci ha fornito una fedele anteprima di uno schema che si ripeterà spesso. Sindaco Toselli assente, vicesindaco Maccaferri da solo nell’arena a tentare di dare risposte su temi che non conosce, nella speranza di riuscire ad attribuire a motivazioni vere (o verosimili) il fatto che questa amministrazione ad oggi non riesce ad affrontare nessun tema in modo concreto.

La frase della serata è da attribuire a Contri che, commentando un lungo, articolato e vuoto discorso del vicesindaco, citando “Amici miei” ha etichettato l’intervento del vicesindaco come un tentativo di “supercazzola” al Consiglio comunale.
Andando con ordine:
E’ passato all’unanimità l’ORDINE DEL GIORNO proposto dal Partito Democratico per chiedere di conoscere i piani industriali di VM MOTORI invitando l’azienda ad un incontro con la l Commissione consiliare.
Debole il tentativo di difesa d’ufficio del vicesindaco che ha risposto all’accusa del Partito Democratico di una certa latitanza dell’Amministrazione su questi temi ribadendo che ci tengono molto ma senza citare nessun fatto concreto.  Il Consiglio è poi proseguito con una delibera abbastanza surreale. All’ultimo minuto dell’ultimo secondo utile, al punto che il Consiglio comunale era stato convocato il 28 dicembre proprio per questo, abbiamo approvato quasi all’unanimità una convenzione con i comuni di Bondeno, San Giovanni, Finale Emilia, Sant’Agata, pensata per poter poi presentare un progetto unitario ad un bando per la MOBILITÀ SOSTENIBILE. C’era anche Mirabello, scritto in convenzione, ma è stato stralciato in Consiglio comunale. Mirabello a quanto pare si è sfilato semplicemente perché non è riuscito ad esserci.
I finanziamenti che si otterrebbero sarebbero pari al 60% massimo dell’investimento sostenuto. Dalla maggioranza, ancora una volta, in particolare dal vicesindaco, grandi proclami sulla strategicità di questa idea. Anche se l’idea ancora non c’è, dal momento che il progetto che dovrà essere candidato il 10 di gennaio semplicemente non esiste ancora. Maccaferri ha vagamente accennato a piste ciclabili ed una App per il car sharing sui telefonini. Come Pd abbiamo votato a favore dopo aver evidenziato che continua a mancare la pur minima progettualità, che ancora una volta nessun coinvolgimento c’è stato delle commissioni consiliari, che la maggioranza arriva sempre all’ultimo istante con poche idee in genere piuttosto confuse.
Adesso per risolvere tutti i problemi di mobilità sostenibile basta “semplicemente” trovare un progetto, predisporlo, candidarlo, vincere, ottenere i soldi, realizzare l’opera dopo aver trovato il 40% di risorse che ci deve mettere il Comune …
È andata ancora peggio sul tema dei SERVIZI STRUMENTALI di CMV, quelle funzioni che la società svolge in forza di convenzione: verde, manutenzione strade, ecc. La maggioranza ha prorogato di un anno la convenzione già prorogata di un anno dall’amministrazione di centrosinistra esattamente un anno fa. Sono state date tante motivazioni ma nessuna vera … Si è citata la legge Madia, la pronuncia della Consulta…. Ma davvero tutte cose che non c’entrano nulla.
Ciò che invece è apparso evidente è che si sono mossi tardi e che manca una strategia. Tutte le opposizioni (tranne Malucelli in “corteggiamento” della maggioranza) hanno criticato duramente la totale assenza di progettualità della Giunta. Mattarelli ha ricordato che “fino ad ora hanno vissuto o di cose fatte da chi li ha preceduti o di scelte obbligate”. La Lega ha riconosciuto che sino ad ora “si è caduti sul morbido solo grazie al paracadute di quanto fatto dall’amministrazione precedente”…
Sulle cinque INTERROGAZIONI “scarica” finale del nulla:
1) Su DODICI MORELLI e sulla possibilità di realizzare l’AREA VERDE e giochi per bambini nello spazio oggi lasciato libero dai moduli hanno risposto che stanno ragionando, stanno pensando e stanno valutando. Anche sull’esigenza di uno SPAZIO GIOVANI in frazione stanno ragionando e stanno valutando, mentre l’unica cosa certa è che la donazione della fondazione romana, che doveva servire per realizzare la struttura, è stata spostata su attività di mediazione culturale a favore della popolazione giovanile come dire, che prima c’era un progetto, un dove, un come e un quando e ora non c’è più nulla.
2) Anche sul CENTRO GIOVANILE del CAPOLUOGO, quello che avrebbe dovuto sorgere in piazza Benjamin Disraeli, nella zona stazione, l’unica cosa certa è che questa amministrazione ha distrutto in pochi mesi il lavoro di alcuni anni, già realizzato per oltre la metà. “Il centro giovanile è una priorità di questa amministrazione ma non se ne parla per tutto il 2017”, Maccaferri ha richiamato con orgoglio il loro piano delle opere pubbliche già approvato in Giunta che, peraltro, sulla faccenda non dedica nemmeno una riga.
Si è capito che al posto del Centro Giovanile pensano di mettere AVIS, soprattutto perché c’è maggior disponibilità di parcheggi rispetto alla soluzione, interna all’ospedale, già concordata dalla precedente amministrazione. Di motivazioni vere non se ne sono sentite.
3) Uno dei “picchi” lo abbiamo raggiunto con l’interrogazione sul perché una squadra di PALLAVOLO FEMMINILE oramai da mesi è senza palestre. Sostanzialmente Maccaferri ha detto che non c’è mica sempre spazio per tutti. Gli impianti sono pochi, le società fortunatamente sono tante e non si riesce a dare spazio a tutti. Poi ha tentato di dire che questa società ha dei debiti col Comune, cosa peraltro vera, anche se si sono offerti di sottoscrivere un piano di rientro, ma è stato clamoroso quando ha sostenuto, nella stessa frase, che se la società ha dei debiti non può avere spazi e che l’amministrazione ne ha proposti svariati di spazi … Peccato che abbia citato la palestra Carducci dove la pallavolo non è praticabile perché il soffitto non è abbastanza alto. Insomma, anche su questo tema, un tentativo di supercazzola …
4) Infine sull’interrogazione dei BOTTI ha risposto che l’ordinanza è stata fatta proprio ieri, qualche ora prima del Consiglio, ma non perché sono arrivati in ritardo bensì perché prima hanno verificato, guardato e si sono sincerati di una serie di problemi che poi sono risultati inesistenti. Insomma sono arrivati in ritardo…. tutto “blinda come fosse Antani”…
5) L’unica risposta vera che si è avuta riguarda la FESTA DI CAPODANNO: non viene fatta perché si è scelto di no. L’amministrazione, ha spiegato Maccaferri, ha scelto di fare altro, come crede sia sotto gli occhi di tutti. Il problema è proprio questo, ovvero che quanto è stato fatto è sotto gli occhi di tutti. Nota a margine, ieri sera il SINDACO non c’era perché in vacanza. Tutti vanno in vacanza, anche i sindaci. Certo non è particolarmente coerente, chiedere all’intero Consiglio Comunale di riunirsi durante le feste perché la Giunta è in ritardo nel confezionamento di un bando e poi andarsene serenamente in ferie… Ma cresce la convinzione che Toselli in Consiglio comunale lo vedremo sempre meno”.
Firmato Gruppo Consiliare PD
in foto il Vice Sindaco del Comune di Cento dott. Simone Maccaferri
Share Button
Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *