Ultime News

BENEDETTO XIV NELLA STORIA

By on aprile 17, 2022 0 85 Views
La fase ad orologio della Tramec Cento comincia con una vittoria al cardiopalma contro la Staff Mantova: alla Milwaukee Dinelli Arena, dopo un supplementare, il punteggio è di 87-81. Grazie alla contemporanea vittoria di Biella contro Latina e in virtù degli scontri diretti favorevoli contro i laziali, la Benedetto XIV si qualifica per la prima volta nella sua storia ai playoff.
La Tramec Cento approccia bene la partita e si mette subito davanti con un canestro di Zilli. La Staff non si sblocca e ne approfitta Gasparin, con quattro punti consecutivi. Dopo il parziale in avvio, Mantova risponde e inizia un serrato scambio di colpi: per i padroni di casa segnano Zilli e Gasparin, per Mantova Ferrara e Iannuzzi, con il punteggio che recita 11-6 dopo cinque minuti. La Tramec non rallenta e schiaccia il massimo vantaggio con Barnes, ma Potts segna il primo canestro in maglia Stings per tenere a contatto i suoi. Serie di canestri da ambedue le parti: alla fine è Cento a provare ad alzare la voce con il tap-in in schiacciata di Zilli. A circa un minuto dalla fine del primo quarto Mantova entra in bonus: ne approfitta Moreno con due tiri liberi a bersaglio. Massimo vantaggio, sul 21-13, per gli uomini di coach Mecacci, con il risultato che rimane questo a fine primo periodo.
 
Il secondo quarto si apre con la tripla di Lorenzo Maspero per la Staff, a cui Berti mette una pezza con un canestro dopo un rimbalzo in attacco. Ancora una volta Maspero segna, subendo il fallo: sei punti in pochissimi minuti per il numero 13 mantovano. Cento però torna a più otto con Gasparin e Berti, costringendo al primo time-out coach Giorgio Valli, sul 27-19. Dopo il timeout, Potts fa uno su due dalla lunetta e poi appoggia due punti facili: stavolta è coach Mecacci a volere il time-out. Al ritorno in campo Cortese riporta ad un solo possesso di scarto Mantova, ma la Tramec risponde con James, che segna cinque punti in fila. Potts segna da tre per la Staff e James converte un altro tiro libero. A bersaglio poi Ranuzzi e Zilli, che mettono due cifre di distacco tra le squadre. Segna ancora Potts, ma Zilli infila altri due punti: dopo questo botta e risposta, sul 39-29, ecco il secondo time-out per coach Valli. In uscita dal timeout, Cortese chiama e Moreno risponde: tripla per entrambe le compagini. La Tramec allunga ancora con due liberi di Tomassini e un gran canestro di Moreno, con il vantaggio che arriva a quattordici punti. Per gli Stings segna Spizzichini, ma James va ancora a bersaglio: è l’ultimo canestro del primo tempo, che si chiude sul 48-34.
Nei primi venti minuti di gioco, il miglior marcatore della Tramec Cento è Giacomo Zilli, 11 punti e percentuali immacolate, seguito da James a quota 8. Sono 11 anche i punti di Potts, all’esordio con la Staff, seguito dai 6 punti di Maspero, tutti a inizio secondo periodo.
 
La seconda metà della partita inizia con un bel canestro di Tomassini, a cui Iannuzzi replica con un tiro libero. Mantova alza il ritmo e si avvicina con la tripla di Maspero ma Cento con Zilli non sta a guardare. Spinge ancora la Staff, con due punti di Cortese e la tripla di Potts, con il distacco che ritorna ad una cifra. La Benedetto XIV trova a sua volta due canestri dal pitturato, con Barnes e Zilli. Cortese però segna ancora da tre, seguito da Potts con la quarta bomba della sua partita: coach Mecacci chiama a sé i suoi, sul 56-49. Soluzione efficace, perché dopo il break segna due punti Zilli e ben cinque James, con il distacco immediatamente ristabilito sul 63-49 e il time-out per i mantovani. Mantova segna quattro punti, mentre fa fatica la Tramec: gli ospiti si avvicinano a meno dieci. Segna ancora Cortese, da tre, seguito dal primo canestro di Laganà: la Staff torna a meno quattro sul 63-59. A questo punto, Moreno si prende la scena, con un canestro pesantissimo da tre punti dopo un possesso difficile per la Benedetto XIV. Potts segna sulla sirena il canestro del 66-61.
 
Il quarto periodo si apre con un canestro di Laganà e Mantova che torna sotto un possesso di distacco. Ci pensa Cortese a rimettere a meno uno gli ospiti, con la schiacciata che porta al time-out di coach Mecacci sul 66-65. Il primo canestro del quarto periodo della Tramec è una tripla di James, a cui replica Cortese, con una super bomba. 69-68 dopo tre minuti di quarto quarto. Le percentuali calano per entrambe le squadre, ma dopo praticamente due minuti di digiuno per entrambe le parti, Mantova completa la rimonta e trova il primo vantaggio di serata con Lagana, sul 69-70. Entrambe le squadre sono in bonus a tre minuti e mezzo dalla fine, quando Iannuzzi va in lunetta e mette un altro punto tra le due squadre. In contropiede Stojanovic segna poi altri due punti: 69-73 e time-out per coach Mecacci, quando mancano poco meno di tre minuti alla fine. La Tramec non riesce a sbloccarsi e Iannuzzi ne approfitta: 69-75, massimo vantaggio per gli ospiti. A circa un minuto dalla fine riesce a segnare Zilli, 71-75. L’attacco di Mantova fallisce, Tomassini va in lunetta e Cento torna a meno due, mentre la Staff perde ancora palla con poco più di mezzo minuto da giocare. Prova a tirare da tre ancora Tomassini, la bomba non va ma c’è un altro fallo sul play in maglia numero sette: due su tre: parità sul 75-75, con diciotto secondi da giocare. Il tiro di Laganà sulla sirena non entra, si va al supplementare.
 
Si entra nell’overtime con le percentuali che rimangono basse e il punteggio che non si sblocca per più di un minuto e mezzo. Il canestro che muove il tabellone lo segna, da fuori, Cortese, 75-78. James segna due punti per la Tramec e in seguito Tomassini trova il primo vantaggio del supplementare per Cento, sul 79-78. Ultimo minuto che si apre con l’errore di Spizzichini e due tiri liberi di Tomassini, che danno un possesso pieno di vantaggio ai padroni di casa, sul 81-78. Nell’attacco seguente, Potts sbaglia da tre e Maspero commette fallo su James. A ventitre secondi dalla fine, non trema la mano del texano: due su due, 83-78 e Coach Valli chiama time-out. Al ritorno in campo segna ancora Cortese da tre, ridando speranza a Mantova. La Staff spende il fallo su Moreno che fa due su due, Maspero sbaglia da tre e James infila altri due liberi. Finisce così alla Milwaukee Dinelli Arena, 87-81.
 
Il miglior realizzatore per la Tramec Cento è Christian James, 22 punti, seguito da Zilli a 19, con nessun errore dal campo e ai liberi. In doppia cifra anche Moreno e Tomassini, entrambi con 12 realizzazioni. Per la Staff Mantova 24 punti per un super Riccardo Cortese contro la squadra della sua città. Sono 21 invece i punti per Giddy Potts, all’esordio con la maglia degli Stings.
 
Per la Tramec Cento ha parlato, visibilmente emozionato, coach Matteo Mecacci, accompagnato dall’assistente Andrea Cotti:”Oggi la Benedetto XIV raggiunge il punto più alto della sua storia cestistica, nonostante sia una realtà con grande tradizione. Dopo essere fallita, la società è rinata, grazie alla volontà di un gruppo di persone di qui. Andrea ha visto rinascere questa realtà, ha vissuto promozioni e una retrocessione, è la persona con più anni in questa società ed è l’uomo ideale per parlare di questo risultato. Guardando il nostro percorso, è stato un anno molto strano: siamo partiti per un obiettivo mai raggiunto nella nostra storia e ce l’abbiamo fatta con tre giornate d’anticipo, mantenendo lo stesso roster. Questa partita è lo specchio della squadra: nella difficoltà, dopo due quarti praticamente perfetti, siamo rimasti in lotta, giocando con grande intensità e resistendo alle alte percentuali di Mantova. La squadra ha tenuto duro e ha preso cinque rimbalzi in più degli avversari, pur essendo la Staff una squadra fisica e seconda per rimbalzi raccolti nel girone verde. Oggi però il focus deve essere su quello che ha fatto la squadra, sia in termine di risultati, che in termine di partita: abbiamo fatto un’impresa, nonostante i focolai e i periodi no, lavorando duro in palestra. Si tratta di un traguardo che bisogna godersi e ci auguriamo che il bello possa ancora venire. Infine ringrazio la Città di Cento, che oggi deve essere orgoglioso di questo risultato storico, la società, che non ci fa mancare nulla, il team di lavoro, dal primo all’ultimo, e infine il ringraziamento più sentito va ai giocatori, che mi ha sopportato un anno e non è ancora finita”.
Ha parlato poi Andrea Cotti:”Mi sento molto fortunato ad essere da tempo in una società che ha continuato a investire e costruire, imparando dai propri errori, e che oggi ha una struttura che gli permette di vivere in Serie A2 a tutti gli effetti. Strada facendo, abbiamo avuto la fortuna di collaborare con persone come il coach e il direttore Belletti, il motore di questo percorso, che han dato una grossa mano a portare a questo traguardo una realtà intera. Siamo orgogliosi di aver partecipato al raggiungimento del punto più alto di questa società. In questo momento le sensazioni sono tante, forti, ma probabilmente tra un po’ lo saranno ancora di più, domani magari sarò ancora più felice e sarà ancora meglio.”
Infine, è stato coach Matteo Mecacci a chiudere la conferenza stampa: “Ora come ora anche io devo prendere un attimo il fiato perchè è’ un’emozione bellissima, sono i primi playoff non solo per Cento ma anche per me. Pensare che questa città probabilmente affronterà squadre storiche, come Udine, Cantù e Pistoia è incredibile. Si tratta di una fortissima emozione perchè, dopo un anno in cui lavori con una squadra che recepisce il tuo gioco a 360°, con mille difficoltà, in un attimo tutto il lavoro fatto smette di pesare. Ci sono giocatori come Moreno e Gasparin han vissuto una retrocessione qui e oggi vivono il punto più alto della storia della società, Zilli non faceva da tanti anni i playoff, James non aveva ancora finito un anno in Italia e in più l’anno scorso era stato tagliato proprio da Mantova, Barnes è al primo anno nel nostro paese, Ranuzzi e Berti sono qui da più di una stagione, Dellosto ha vissuto momenti difficili, rialzandosi con i suoi mezzi, e anche Tomassini si è rimesso in gioco portando tanto talento: insomma, li ringrazio dal profondo del cuore, oggi coroniamo un sogno. Non era scontato, non era facile arrivare a prendersi questo risultato così presto, dopo un’annata difficile: ci meritiamo tutto ciò che stiamo vivendo. Adesso tiriamo un po’ il fiato ma cerchiamo di finire bene questa fase e di preparare al meglio i playoff.”
 
 
Tabellino
Tramec Cento-Staff Mantova: 21-13, 48-34, 66-61, 75-75, 87-81
Tramec Cento (all.Matteo Mecacci): James* 22, Tomassini* 12, Gasparin* 8, Barnes* 8, Zilli* 19, Moreno 12, Berti 4, Dellosto 0, Ranuzzi 2, Guastamacchia n.e.
Staff Mantova (all.Giorgio Valli): Potts* 21, Ferrara* 2, Cortese* 24, Spizzichini* 4, Iannuzzi* 8, Stojanovic 6, Maspero 9, Laganà 7, Basso 0, Prati n.e., Lo n.e.
 
 
 
Share Button
Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *