Ultime News

CAMPAGNA ABBONAMENTI TEATRO BORGATTI

By on ottobre 2, 2019 0 99 Views
C’è tempo fino a fine Ottobre per abbonarsi al cartellone preferito della nuova e scoppiettante Stagione teatrale realizzata dalla Fondazione Teatro G.Borgatti e prenotare per tempo il proprio posto in sala!
 
Divertimento, risate, musica, arte, ma anche riflessione ed introspezione: questi gli ingredienti di una stagione che vuole andare incontro al gusto ed alle esigenze del pubblico ed allo stesso tempo offrire qualche spunto culturale in più.
 
Si inaugura il 10 novembre 2019, con lo spettacolo “Massimo Lopez e Tullio Solenghi Show”, serata comico-musicale dove i due grandi attori saranno accompagnati nelle loro gag da una impareggiabile Jazz Company diretta dal Maestro Gabriele Comeglio. Musica e comicità saranno anche nel secondo appuntamento, “La macchina della felicità”, con Flavio Insinna, accompagnato da una Jazz Band formata da grandissimi interpreti internazionali. Il cartellone terminerà con una sfida teatrale ai limiti dell’incredibile: “Le opere di William Shakespeare in 90 minuti”. Si tratta di uno degli spettacoli più conosciuti al mondo, una parodia di tutte le opere di Shakespeare eseguita in forma comicamente abbreviata da tre grandi attori, Roberto Andrioli, Fabrizio Checcacci e Lorenzo Degl’Innocenti, attraverso le più svariate tecniche interpretative.
Novità di quest’anno sarà un nutrito programma di concerti Jazz nella splendida cornice della Rocca di Cento: artisti del calibro di Teo Ciavarella, Andrea Mingardi, Lele Barbieri, Alfredo Ferrario e tanti altri costituiranno il cartellone “Jazz in Rocca – il salotto del giovedì”. Un concerto al mese, da novembre a marzo, il giovedì sera, in collaborazione con il Cento Jazz Club. Un appuntamento fisso in cui gli amanti del Jazz potranno ascoltare i grandi artisti degustando anche qualche prelibatezza eno-gastronomica.
 
Ma la musica non finisce qui! Il nuovo anno, per meglio dire il nuovo decennio (quest’anno ci lasceremo alle spalle il primo ventennio degli anni duemila) lo festeggeremo come di consueto con un grande concerto orchestrale, in cui ai classici brani viennesi di capodanno si alterneranno brani di Nino Rota (come omaggio a Federico Fellini nel centenario della sua nascita) alle più note arie del mondo dell’operetta in compagnia della soubrette Elena D’Angelo e l’Orchestra città di Ferrara.
 
 
Rapporti umani e ricerca della felicità saranno il filo conduttore soprattutto della Prosa: i 6 spettacoli che compongono il cartellone saranno tutti di autori contemporanei ed affronteranno l’universo dei rapporti umani, ambiente dalle mille sfaccettature, che ci darà modo di ridere e riflettere allo stesso tempo. “Vincent Van Gogh, l’odore assordante del bianco”: qui rapporto quasi maniacale di Vincent Van Gogh, interpretato da Alessandro Preziosi, con il fratello Theò, a cui il pittore nella sua camera del manicomio confida la sua percezione della realtà, mostra al pubblico la vera identità della sua poetica ed invita a riflettere sul labile confine tra pazzia e normalità. In “Mi amavi ancora” di Florian Zeller, con Ettore Bassi e Simona Cavallari troveremo la ricerca della felicità di una vedova che indaga sull’onestà del marito defunto e l’impossibilità del migliore amico, segretamente innamorato di lei, di consolarla. Si riderà in “Separazione” di Tom Kempinsky in cui incontreremo l’esilarante rapporto telefonico transoceanico tra un’attrice di New York (Marina Thovez) ed un autore di commedie londinese (Mario Zucca) fisicamente separati da un oceano ma mentalmente uniti nella personale ricerca della felicità: 8 telefonate, 8 momenti cruciali della vita dei due protagonisti, 8 gradini di conoscenza in una fortissima altalena di sentimenti. Altro classico della drammaturgia contemporanea è “Vetri rotti” di Arthur Miller, con Elena Sofia Ricci e David Coco, commedia ambientata in una Brooklyn isolata e provinciale ove, sullo sfondo della seconda guerra mondiale si fa spazio il rapporto umano tra un medico e la sua paziente. Pazzia, rapporto umano e ricerca della felicità li troveremo anche in “Maurizio IV – Pirandello Pulp”, una divertente commedia di Edoardo Erba, interpretata da Gianluca Guidi e Giampiero Ingrassia: il pubblico sarà sorpreso da un costante ribaltamento pirandelliano della realtà che scaturisce dal dialogo tra i due protagonisti. Per finire, il ritorno di Chiara Buratti protagonista di “Quattro donne”, un affresco di quattro personaggi femminili, molto diversi tra loro, ma uniti da una sensibilità fuori dal comune: Antonia Pozzi, poetessa, Maryam Mirzakhani, matematica iraniana, Pannonica De Koenis, mecenate del jazz e Suzanne Leglen, straordinaria tennista francese.
 
Il cartellone Danza sarà costituito da due spettacoli concepiti ad hoc per il teatro di Cento che vedranno la partecipazione dei più importanti danzatori e italiani del momento con le coreografie firmate da Alessandro Bigonzetti.
 
Non potevano certo mancare gli spettacoli dedicati alle famiglie: “Il carillon di Natale”, spettacolo teatral musicale prodotto dalla Fondazione Teatro Borgatti, “Favole al telefono”, un carosello musicale di favole tratto dai racconti di Gianni Rodari e proposta da Fondazione AIDA in collaborazione con BSMT di Bologna e “Notre dame””, rielaborazione teatrale e musicale del romanzo originale di Victor Hugo, a cura della Fondazione Teatro Borgatti.
 
Spazio anche al seguitissimo cartellone Dialettale e alle tradizionali compagnie locali di teatro amatoriale.
 
Per informazioni e acquisto degli abbonamenti: www.fondazioneteatroborgatti.it – biglietteria@fondazioneteatroborgatti.it
 
051/6843295 dal lunedì al sabato dalle 9.30 alle 13.30 e dalle 16.30 alle 19.30.
 
 
Share Button
Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *