Ultime News

CARISSIMI GENITORI….

By on marzo 7, 2020 0 95 Views
La Dirigente scolastica del comprensorio IC1 Guercino scrive una affettuosa lettera ai genitori degli alunni coinvolti, loro malgrado, in questa incredibile emergenza Virus.
Così Anna Tassinari:
” Ci troviamo a dovere affrontare una nuova ed imprevista emergenza. Sono certa che ne verremo fuori anche questa volta con la nostra professionalità e con il nostro senso civico di educatori al servizio dei nostri alunni e delle loro famiglie. Come saprete, l’attività didattica è sospesa fino al 15 marzo 2020 e le uscite didattiche fino al 3 aprile 2020. Nessuno può garantire che la prevenzione si fermerà qui.
 
Come già detto, abbiamo scelto di mantenere la comunicazione per le vie istituzionali, contrariamente a quanto sta accadendo in generale per cui cerchiamo di mantenere i nervi saldi, di non creare tensioni od allarmismi e di comunicare sempre tramite le vie ufficiali dell’istituzione scolastica al momento rappresentata da me in qualità di dirigente scolastico.
 
Per prima cosa, vorrei tranquillizzare tutti per la validità dell’anno scolastico; queste assenze sono indipendenti dalla nostra volontà, per cui è già stato predisposto dal Ministero che l’anno scolastico è valido, in deroga.
 
Come avrete visto, si stanno pubblicizzando molto le classi virtuali, ma, insieme ai docenti, abbiamo per il momento deciso di non utilizzare mezzi a cui tutti non possono accedere e non sempre funzionali nel grande gruppo. Condividiamo le difficoltà di voi famiglie in questo periodo in cui i ragazzi sono a casa. Non tutti i lavoratori hanno la possibilità di stare a casa con i propri figli e non tutte le famiglie hanno nonni che possono accudire i figli. Vogliamo inoltre mantenere un’equità di istituto nelle scelte per evitare che qualche classe o solo qualche gruppo potrebbe gestire una classe virtuale in maniera decente, ma creerebbe disparità nei confronti di altri.Siamo consapevole di dovere curare a distanza i nostri alunni, ma non dobbiamo e non vogliamo fare gare interne: dobbiamo inoltre garantire a tutti l’accesso alle attività proposte che dovranno poi essere “corrette e valutate” in un qualche modo. Infine non vogliamo sovraccaricare voi genitori con ulteriori compiti, in quanto l’accesso a piattaforme on line, possibili anche attraverso il nostro registro elettronico, potrebbe richiedere l’aiuto genitoriale”.
 
Condividiamo quindi con voi queste semplici indicazioni:
 
INFANZIA
Lasciate i bimbi il più possibile lontano dalle tecnologie, lasciateli “pasticciare” con colori, fate raccogliere foglie e fiori, se possono, raccogliete foto degli esterni della propria abitazione, dei propri giardini; porteranno il materiale a scuola alla riapertura; sfogliare libricini illustrati che poi potranno portare a scuola per “raccontarsi” è un ottimo esercizio che potranno fare affrontare con i fratelli più grandi, con i nonni o con le persone a cui siete costretti ad affidarli;
 
PRIMARIA
Continuiamo conla procedura precedente, ossia con le attività passate ai rappresentanti di classe; i docenti le caricheranno anche sul registro elettronico, per chi è avvezzo al mezzo; chi non l’ha mai usato o ha perso la password, continuerà con il passaparola tramite i rappresentanti di classe; la consegna e “correzione” sarà effettuata al rientro.
 
SECONDARIA
Essendo difficile continuare a dare attività da svolgere senza spiegazioni in classe, gli alunni per questa settimana svolgeranno le attività inserite, come da precedenti accordi; per la prossima settimana, il gruppo dei referenti sta progettando un lavoro pluridisciplinare con concorso interno che preveda relazioni, disegni, powerpoint in base alle proprie capacità, il tutto concentrato su queste settimane di “virus vacanze”; le indicazioni per questo lavoro pluridisciplinare verranno caricate tramite registro elettronico entro martedi 10 marzo 2020.
 
Per quanto riguarda le attività programmate, in particolare le extra curricolari, compresi i corsi di musica, sono sospese. L’emergenza richiede una rimodulazione degli impegni presi e insieme ai docenti, stiamo pensando modalità di attività di recupero da effettuare quando le attività verranno riprese.
 
In sintesi, non facciamo prenderci dal panico, rimaniamo uniti e coesi nelle scelte importanti che siamo chiamati a gestire in questo periodo. Siamo al vostro fianco per gestire insieme questa emergenza.
 
Voglio condividere alcune riflessione con i nostri ragazze e le nostre ragazze; la parte amministrativa della scuola è al proprio posto, nonostante tutto e continuiamo a lavorare, dai collaboratori agli amministrativi, non esclusa la scrivente dirigente per preparare il vostro ritorno. I quartieri in cui le scuole sono localizzate, senza i vostri schiamazzi e la vostra presenza sono vuoti e tristi, aspettiamo tutti il momento di vedervi arrivare in bicicletta, i più grandi, i piccolini, puntini colorati, accompagnati per mano dai propri genitori, i medi saltellanti nonostante il peso dei coloratissimi zaini, i soliti di corsa al forno al momento del suono della campana che dà l’avvio all’ ingresso…a scuola, non al forno.
Vi chiedo di essere responsabili e fare quanto vi viene richiesto, fare uno sforzo di autonomia e cercare di svolgere le attività da soli, aspettare i genitori, che già sono sovraccaricati, solo per qualche delucidazione. Le attività sono pensate per voi, non per i genitori! Cercate di stare il meno possibile con i cellulari e i computer accesi; usate questo tempo speciale, prendete questo tempo speciale per godere della noia e riempire la “noia” di attività che potrebbero diventare passioni: la musica, l’arte (un disegno, un scultura…), la scrittura (fermare questi momenti in pagine di diario, in lettere per i vostri prof,….per la vostra dirigente…per la collaboratrice scolastica che vi manza. Scrivere una poesia, inventare un racconto), creare oggetti, ascoltare storie (se avete la fortuna di avere dei nonni, fatevi raccontare storie, scrivetele, inventate interviste).
Non fatevi prendere dall’ansia; cerchiamo il positivo anche in questo periodo, un periodo di riflessione, di cui parlerete, speriamo presto, in classe con i vostri prof. e i vostri compagni. Perché la classe è fatta di volti, di voci reali, di interazioni immediate, di percorsi costruiti insieme, modificabili secondo le reazioni e le presenze, di olfatto e di tatto. Riprendiamo le nostre vite nelle nostre mani!
Un affettuoso saluto a tutti…!
La vostra dirigente
Anna Tassinari
Share Button
Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *