Ultime News
  • Home
  • homepage
  • CENTESI DI ARDIN: UNA GARANZIA PER IL DIVERTIMENTO…E LA BENEFICENZA!

CENTESI DI ARDIN: UNA GARANZIA PER IL DIVERTIMENTO…E LA BENEFICENZA!

By on novembre 19, 2019 0 19 Views
Grande successo il 15 e 16 novembre per il nuovo lavoro della compagnia dialettale già diretta da Alessandro Frabetti. Il testimone della regia è passato ad Alessandro Ramin
Due serate all’insegna della tradizione e del puro divertimento hanno segnato il 15 e 16 novembre l’appuntamento annuale con “I Centesi di Ardin”, in scena alla Pandurera con “El nespel dal sgnour Bal…boni”. Numeri da tutto esaurito con un pubblico caloroso che non ha risparmiato risate ed applausi alle brillanti vicende degli interpreti, protagonisti di un balletto di equivoci, intrighi, segreti e bugie degni di un’opera buffa rossiniana con qualche venatura di “giallo”. La commedia ha ripreso in questa nuova edizione diretta da Alessandro Ramin la prima messa in scena a Cento del 1998, che segnò il debutto alla regia di Alessandro Frabetti, diventato da allora storico regista della compagnia fino alla sua scomparsa due anni fa. Riproponendola a ventun anni di distanza, lo spettacolo ha voluto essere anche un affettuoso ricordo dell’artista e dell’amico, fatto naturalmente alla maniera dei “Centesi”, con la consueta girandola di travestimenti, battute, personaggi e situazioni esilaranti, e soprattutto con il gusto di divertirsi insieme e far divertire il pubblico nel nome della nostra tradizione dialettale. Applausi a scena aperta per gli interpreti Carlo Gallerani, Matteo Remondi, Stefano Pesci, Stefano Caselli, Sauro Galuppi, Alessandro Ramin, Giuseppe Soffritti, Davide Vezzani, Giorgio Bonzagni, Claudio Gemini, Filippo Caselli, Stefano Cavallari, Paolo Zacchini, Marco Gallerani.
L’incasso delle due serate è stato destinato alla ricostruzione del Santuario della Rocca e ai progetti della Fondazione Zanandrea di Cento.
 
articolo di Annarosa Ansaloni
Share Button
Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *