Ultime News

IL CENTRO STORICO E' IN UNO STATO ABERRANTE!

By on gennaio 12, 2018 0 229 Views
A dirlo senta tanti mezzi termini è Diego Contri, coordinatore di FI centese. Un Contri in versione reporter ha inviato in redazione alcuni scatti a sottolineare lo stato di noncuranza in cui versa, a suo dire, il nostro centro cittadino.
Queste le parole di Contri:
 
“Mancano due settimane all’inizio del Carnevale, manifestazione che tutti ci auguriamo possa portare nelle nostre via tanto divertimento e allegria ma soprattutto turismo.
 
L’amministrazione del Temporeggiatore di Burana al secolo Fabrizio Toselli, ha in più occasioni dichiarato che vede nel turismo una opportunità per Cento, peccato che quelle rarissime occasioni le sprechiamo facendoci trovare assolutamente impreparati.
 
Lo stato in cui si trova il nostro centro storio è aberrante, gli edifici di maggior interesse benché ancora chiusi sono allo stato d’abbandono.
D’avanti al teatro crescono erbacce alte quasi un metro, la pinacoteca è in uno stato di fatiscenza e sporcizia mai visti prima, le scritte sui muri che offendono la nostra Città sono in bella vista da tempo.
Toselli è corso, caso rarissimo, a cancellare le scritte che lo riguardavano sulla Rocca, perché non cancella quelle che offendono Cento sulla Pinacoteca con la stessa solerzia? Se partiamo dal presupposto che la Rocca vale come la Pinacoteca vuol dire che per il Temporeggiatore l’offesa a Cento vale meno dell’offesa alla sua persona.
 
Sarebbe anche il caso di pulire la statua di San Michele e il drago di fronte a San Biagio ormai da anni totalmente abbandonata a se stessa
 
Ci sono edifici pubblici dove sventolano brandelli di Tricolore, le strade sono quelle di Kabul e i marciapiedi sono delle montagne russe impercorribili per i genitori con i passeggini e ancor peggio per i portatori di handicap.
 
Che sia chiaro l’invito a mobilitarsi per rendere Cento più gradevole ai turisti che arriveranno è solo un pretesto, da Centese vorrei la mia Città sempre pulita e non fare come quello che pulisce casa solo quando arrivano gli ospiti.
 
Capisco che aver un Sindaco che vive a Burana che spera di andare a Roma sia stata una scommessa e come spesso succede quando si scommette spesso si perde, purtroppo però qui perdere vuol dire impoverire la città e svilire quello che ci è stato lasciato dai nostri nonni e che noi non potremo garantire ai nostri figli
Share Button
Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *