Ultime News
  • Home
  • homepage
  • COLOR RUN E NOTTE BIANCA: E’ POLEMICA COSTRUITA AD ARTE?

COLOR RUN E NOTTE BIANCA: E’ POLEMICA COSTRUITA AD ARTE?

By on luglio 17, 2019 0 313 Views
E’ di oggi, sul quotidiano il Resto del Carlino, la presa di posizione del Presidente della Consulta Civica di Cento contro il nuovo evento che Pro Loco vorrebbe portare il 31 Agosto in città, in occasione della giornata dello Sbaracco/Notte Bianca.
Alle dichiarazioni apparse sul giornale rispondono, dando una versione diversa dei fatti, sia il Sindaco Toselli sia il Presidente della Pro Loco Rubino, fugando ogni dubbio sull’uso dei colori e di dove si intende svolgere la gara.
 
Così Toselli (comunicato stampa) “nessun conflitto fra Color Run e Sbaracco. L’Amministrazione comunale si è già attivata, di concerto con Ascom, per smorzare eventuali dubbi sulla coesistenza dei due eventi programmati per il 31 agosto prossimi. Qualche giorno fa il sindaco Fabrizio Toselli ha tenuto un incontro a proposito, a cui ha partecipato Pro Loco in qualità di promotrice dell’iniziativa.
È stato possibile trovare un punto d’incontro rispetto ad alcune perplessità espresse – spiega il primo cittadino -. La Color Run si potrà tranquillamente svolgere nel pomeriggio di quella giornata, rappresentando tra l’altro una manifestazione molto seguita e di grande successo in tutte le località in cui si è svolta, dove ha registrato numerosissimi partecipanti. Dall’altra parte il presidente Pro Loco, Daniele Rubino, ha fornito la propria disponibilità a nuovi incontri nel momento in cui verranno definiti i dettagli dell’evento e ha garantito che il percorso non si snoderà attraverso il cuore della città e la battaglia di colori si terrà fuori dal centro storico, a tutela sia dei commercianti sia del decoro».
 
Così Rubino (pagina FB Pro Loco): “Mi permetto soltanto di dire che normalmente, tra istituzioni, i rapporti si dovrebbero gestire con il dialogo ed il confronto.
Prendo invece atto, con rammarico, che si preferisce agire con proclami, per perseguire evidentemente finalità diverse, che sono ben lontane dal mio modo di essere e dal mio modo di agire, come credo di aver dimostrato in tutti questi anni.
Con il Comune di Cento e l’Ascom abbiamo instaurato un dialogo costruttivo per creare un evento che possa portare utilità a tutti, nel rispetto in primis della sicurezza e delle attività commerciali, perché il nostro intento è sempre stato e sempre sarà quello di lavorare per la città, per tutte le sue componenti”.
Share Button
Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *