Ultime News

CRONACA DI UNA PARTITA SOFFERTA

By on maggio 9, 2022 0 71 Views

Una combattiva Tramec Cento cade solo nel finale sul parquet del PalaCarrara, battuta dalla Giorgio Tesi Group Pistoia per 67-62. La partita, molto equilibrata per tutti i quaranta minuti, ha visto le difese protagoniste, come testimoniato dal punteggio. Il secondo capitolo della serie è in programma martedì 10, alle 20.30, sempre in Toscana.

Avvio ruggente per la Benedetto XIV, che va avanti 0-6 dopo due minuti, con un Barnes sugli scudi nell’area pistoiese. A questo punto, i padroni di casa entrano in partita, con un paio di tiri a bersaglio dalla media distanza per Wheatle e Utomi, mentre calano le percentuali della Tramec, che rimane a quota 8 per qualche minuto dopo un canestro di Tomassini. A metà del primo quarto il punteggio è basso: 5-8 per la Benedetto XIV. Iniziano le rotazioni per entrambe le compagini, mentre Jazz Johnson si sblocca con un canestro dalla media. James rilancia Cento, ma Pistoia trova la parità e il primo vantaggio, che arriva con Saccaggi, a termine di un parziale di 11-2 per la Giorgio Tesi Group. La Tramec reagisce con due bombe di un super James, già in doppia cifra, e chiude in vantaggio il primo quarto: 14-16 il parziale.

Il secondo periodo si apre con quattro punti per Pistoia, con Riismaa che dà il vantaggio ai padroni di casa. Cento trova il primo canestro con James, da tre punti, e torna davanti. Le squadre faticano in attacco e si susseguono palle perse e tiri sbagliati: a questo punto, sul 18-19 chiama il time-out Nicola Brienza, a 6.29 dall’intervallo. Al ritorno sul parquet, Zilli dà tre punti di vantaggio ai suoi, con Moreno che allarga ulteriormente il gap. Pistoia non riesce a trovare il fondo della retina, complice la gran difesa della Tramec, e Dellosto ne approfitta con la tripla. Reazione di Pistoia che non tarda ad arrivare: cinque punti consecutivi costringono coach Mecacci, sul 23-26, al time-out. James continua a segnare, seguito da Utomi. I falli diventano un fattore: la Giorgio Tesi Group Pistoia esaurisce il bonus e Tomassini raccoglie due punti in lunetta, prima di mettere la bomba del 25-33, eguagliando il massimo vantaggio ospite e obbligando Pistoia a un altro. Negli ultimi due minuti un solo canestro dal campo di Della Rosa e sulla sirena: a metà partita il tabellone dice 28-34.
Gran primo tempo per James, con 16 punti e 4 rimbalzi, seguito nel tabellino da Tomassini a 7. Il miglior marcatore di Pistoia è Saccaggi, con 6 punti.

La seconda metà di partita comincia sulla falsariga della prima e le difese continuano ad avere la meglio sugli attacchi. Dopo quattro minuti il parziale è di 4-4, con Gasparin protagonista in entrambe le metà campo, grazie alla sua difesa su Johnson e a un bel canestro da due. Barnes torna a segnare ridando otto punti di vantaggio a Cento, mentre entrambe le squadre lottano su ogni pallone. Con Moreno, la Benedetto XIV arriva alla doppia cifra di vantaggio per la prima volta nella partita e coach Brienza chiama a sé i suoi, sul 32-42.
Saccaggi segna cinque punti al ritorno sul parquet e stavolta è coach Mecacci a volere il time-out, con poco più di tre minuti da giocare in questo terzo quarto. James fa uno su due ai liberi e Riismaa realizza da tre punti, ma Tomassini risponde con la stessa moneta. Un parziale di 6-0 per Pistoia ristabilisce la parità e scalda gli animi del PalaCarrara: si entra negli ultimi dieci minuti sul 46-46.

Uno step-back da tre di Utomi dà il vantaggio a Pistoia in avvio di quarto periodo, con Cento che si avvicina grazie a Gasparin. Riismaa ristabilisce i tre punti di distacco ma Zilli e James, da sotto, regalano alla Benedetto XIV il primo vantaggio di questi ultimi dieci minuti, con lo stesso James che segna nuovamente poco dopo. Torna sul parquet Jazz Johnson, che infila due triple pesantissime e dà un punto di vantaggio a Pistoia: 57-56 a metà quarto periodo e time-out chiamato da Mecacci. La scelta dà gli effetti sperati, perché Barnes punisce la Giorgio Tesi Group da tre punti e riporta in vantaggio la Tramec. Saccaggi segna un tiro libero: si entra negli ultimi tre minuti sul 58-59. Magro schiaccia il vantaggio pistoiese, ancora Saccaggi segna una tripla, con Wheatle che segna un rocambolesco canestro in contropiede poco dopo: 65-59, novanta secondi al termine e time-out per coach Mecacci. A dieci secondi dalla fine Tomassini segna una bomba difficilissima, dando una speranza ai suoi che verrà estinta completamente dal due su due ai liberi di Wheatle quattro secondi più tardi. Al PalaCarrara finisce 67-62, con la Giorgio Tesi Group Pistoia che va avanti 1-0 nella serie.

Per i padroni di casa 17 punti di Saccaggi, con Johnson e Wheatle in doppia cifra, rispettivamente con 11 e 12 marcature. Per la Tramec, James ne mette 21, con Tomassini che segue a 15. Bene anche Auston Barnes, che sfiora la doppia doppia con 9 punti e 9 rimbalzi.

Tra le fila di Cento, ha parlato il capitano, Alex Ranuzzi :”E’ stata una partita, come ci aspettavamo viste le caratteristiche di Pistoia, molto fisica. Dobbiamo aumentare il livello di fisicità, trovare energia per superare la loro forza, che ha fatto la differenza. Sapevamo che sarebbe stata così, ora dobbiamo lavorare sui dettagli e recuperare energia. In gara uno spesso le squadre si studiano, soprattutto in una partita molto equilibrata come questa. Siamo stati bravi a condurre per più di 30 minuti e adesso dobbiamo leccarci le ferite ed arrivare pronti a martedì.”
Ha poi aggiunto: “Noi avevamo in mano la partita, fino alla bomba di Riismaa nel finale di terzo quarto che ha riportato un po’ di emotività a Pistoia, rivelandosi un momento chiave nella rimonta, come ovviamente le due triple di Johnson, con cui hanno accelerato definitivamente.”

Queste le parole di coach Mecacci: “Innanzitutto, complimenti a Pistoia, protagonista di una partita intensa, da playoff. E’ stata una sfida tosta tra la miglior difesa del girone rosso e la seconda migliore del girone verde e si è visto: ci sono stati tanti contatti e tanta lotta e noi siamo stati bravi a pareggiare la loro intensità, sapendo che fisicamente nelle guardie paghiamo qualcosa. Sono contento che tutti i giocatori oggi abbiano dato il proprio contributo alla causa e siano entrati dentro la serie, anche se ai playoff bisogna stare attenti ai dettagli. Ad esempio, abbiamo sbagliato qualche tiro libero di troppo, come quando a fine secondo quarto, dal possibile +10, siamo passati al +6 con la tripla di Della Rosa dopo un tiro libero sbagliato. La squadra non ha mai mollato, anche nel terzo quarto, quando Pistoia ha avuto un ritorno veemente. Ci sono state alcune situazioni in cui dobbiamo lavorare meglio, come lo step-back di Johnson, che ci ha fatto male, o i canestri di Saccaggi, che hanno indirizzato la partita quando Pistoia era in difficoltà offensivamente. La squadra, pur avendo perso, ha dimostrato di poter competere. Adesso dobbiamo recuperare energie mentali e fisiche, sapendo che non sarà facile, però siamo in ballo e vogliamo ballare.”
“Nell’ultimo minuto e mezzo ci siamo, purtroppo, intestarditi con tiri veloci, che non fanno parte del nostro gioco, ma ci stava. Oggi ci sono stati giocatori che hanno avuto problemi di falli sin dall’inizio e questa è stata una problematica, ma i playoff sono belli per questo: quando la partita è agonisticamente intensa viene fuori il talento dei giocatori, perché oggi la difesa ha lavorato bene su Utomi e Johnson, ma alla fine Johnson ha trovato due canestri molto difficili. Adesso pensiamo a gara 2, che spesso è uno spartiacque per tutte le serie, e vediamo cosa succede martedì.”

TABELLINO
Risultato: 14-16, 28-34, 46-46, 67-62

Giorgio Tesi Group Pistoia (all: Nicola Brienza): Wheatle* 12, Johnson* 11, Allinei n.e., Magro* 2, Del Chiaro 6, Saccaggi* 17, Divac n.e., Utomi* 7, Della Rosa 5 (C), Riismaa 7, Metsla n.e.,

Tramec Cento (all: Matteo Mecacci): Tomassini* 15, James* 21, Gasparin* 4, Barnes* 9, Zilli* 4, Moreno* 6, Ranuzzi 0 (C), Berti 0, Moreno 6, Dellosto 3, Guastamacchia n.e.

Arbitri: Radaelli, Capurro, Pecorella

Share Button
Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *