Ultime News
  • Home
  • homepage
  • PER DIEGO CONTRI IL TEMPOREGGIATORE COMBINA DISASTRI

PER DIEGO CONTRI IL TEMPOREGGIATORE COMBINA DISASTRI

By on ottobre 25, 2017 1 358 Views
E’ Diego Contri (Forza Italia) ad entrare e commentare la polemica feroce che, in questi giorni, sta tenendo banco a Cento in merito alla riorganizzazione scolastica voluta dal Sindaco Toselli.
Per Contri “Quando il temporeggiatore cerca di fare le cose in fretta combina disastri.
Stanco di essere soprannominato il Temporeggiatore, Toselli ha voluto strafare portando in tutta fretta una ” riforma” sui comprensivi che alla fine si è dimostrata un disastro.
L’idea di partenza è tutto sommato buona:
 
1) riorganizzare i comprensivi anche in funzione dei normali flussi che storicamente gli alunni fanno da sempre (un bambino di XII Morelli difficilmente andrà alle medie a Casumaro ma andrà a Renazzo)
 
2) fare dei comprensivi più corposi così da garantirne la sopravvivenza negli anni futuri
Purtroppo però queste riforme si devono concertare con chi alla fine ne subisce i cambiamenti: professori, maestre e ancor di più i genitori e non solo con alcuni dirigenti.
Viviamo ancora in una situazione “post terremoto” e fino a quando le Pascoli non saranno agibili, ed eventualmente il polo scolastico di Penzale ampliato, è tutto molto liquido e incerto.
Passare da 5 comprensivi a 3 con un colpo di spugna risulta molto complicato e affrettato….pur sapendo che nel vocabolario di Toselli la parola affrettato non esiste.
Il suggerimento che mi permetto di dare al Temporeggiatore è: perché non fai esattamente quello che ti riesce bene, prendere tempo. Anziché fare tutto dalla sera alla mattina, creiamo un percorso di 1/2 anni dove si passi gradualmente da 5 a 3 comprensivi aspettando anche la riapertura delle Pascoli come più volte dichiarato.”
Share Button
1 Comment
  • Piero Lodi 2 anni ago

    Diego Contri (Gruppo misto, Forza Italia) prende posizione sul tema COMPRENSIVI. E SI SCHIERA PER IL NO. E’ UNA BUONA NOTIZIA.
    La SUA proposta è condivisibile: “RINVIARE LA DECISIONE”. Sono d’accordo… Piuttosto che fare una cosa assurda, meglio prendere tempo. Anche se meglio ancora sarebbe scartare proprio del tutto questo progetto senza senso.
    Su tutto il resto dell’intervento di Contri concordo invece molto poco. Ci sono moltissime inesattezze.
    Tre istituti più “corposi” – come dice lui – non sarebbero meglio ma assolutamente PEGGIO. In questo caso, poi, sarebbero più che altro fortemente sovradimensionati (uno addirittura da 1900 alunni!!!), con conseguenze negative per la didattica, la sicurezza, la progettualità e i posti di lavoro.
    Non c’è, poi, nessun rischio di “sopravvivenza negli anni futuri” – come “racconta” il Sindaco e come Contri sembra credere – a meno che non si immagini di perdere 1500 bambini nel prossimo futuro (PIU’ DI UN TERZO DEL TOTALE!!!!).
    Il tema dei PLESSI, inoltre, non c’entra assolutamente NULLA con la natura dei COMPRENSIVI.
    L’attuale dimensionamento è stato fatto ANTE TERREMOTO e una volta recuperate le Pascoli (con tempi nemmeno mai chiariti da questa Giunta nonostante ora i soldi ci siano!) il plesso potrebbe tornare alla sua funzione senza modificare nulla nel dimensionamento.
    Anche il tema del plesso di Penzale non c’entra nulla: quando (e se….) verrà ampliato si migliorerà la disponibilità di spazi e si potrà gestire meglio la logistica.
    MA GIA’ OGGI I COMPRENSIVI SONO IN EQUILIBRIO E FUNZIONANO BENISSIMO QUANTO A DIDATTICA E ORGANIZZAZIONE DEL LAVORO.
    Bene dunque PRENDERE TEMPO, meglio sarebbe LASCIARE PROPRIO STARE.
    Ci sono tante cose da fare (e in questi 16 mesi non si è fatto assolutamente NULLA)….
    Perchè stravolgere una cosa che funziona?
    Per di più creando danni permanenti, perdendo 800mila euro di risorse già ottenute, senza alcun pro?
    Si vuole ragionare specificamente di XII Morelli?
    Si può fare benissimo, con modi e tempi giusti, senza modificare tutto il resto….
    Il fatto che anche un Capogruppo consiliare abbia capito poco di questa disastrosa riforma (anche Contri evidentemente è “vittima” delle bugie di Toselli!) dimostra oltre ogni dubbio come vergognoso sia stato, qualitativamente e quantitativamente, il percorso di partecipazione (nessuna!) compiuto da Sindaco e Assessore.

Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *