Ultime News
  • Home
  • homepage
  • EDOARDO ACCORSI: PRIMA CANDIDATURA LOCALE ALLA CORSA DELLE REGIONALI.

EDOARDO ACCORSI: PRIMA CANDIDATURA LOCALE ALLA CORSA DELLE REGIONALI.

By on dicembre 23, 2019 0 122 Views
In attesa di sapere se Lega Nord riconfermerà il Consigliere regionale uscente Marco Pettazzoni, un altro centese annuncia, con una lettera ai giornali, la propria candidatura nelle file del PD a sostegno di Bonaccini.
 
” Ora posso dirvelo: con tanta emozione e con un pizzico di sana tensione mi candido al consiglio regionale dell’Emilia-Romagna e sosterrò la candidatura del Presidente Stefano Bonaccini, che ringrazio per la fiducia e per l’opportunità di partecipare a questa importante campagna elettorale.
Prendo in prestito il pensiero di Mitch Albom che, nel libro che lo ha reso celebre e che ci ha insegnato la forza sorprendente dei piccoli gesti, indica una strada ben precisa: «dedicati ad amare gli altri, dedicati alla comunità che ti circonda, e dedicati a creare qualcosa che ti offra uno scopo e un significato». È tutta nella dedizione la ragione della mia scelta. Il mio “sì” è un rinnovarsi di un impegno semplice ma vero: dedicarmi pienamente alla comunità che mi circonda, alla comunità che amo, alle persone della mia regione e alle loro storie. Lo faccio in prima persona, perché non si deve sempre delegare, emozionato e convinto di poter contribuire in maniera importante nel percorso della campagna elettorale che ci vede tutti impegnati a difendere valori di solidarietà, accoglienza e comunità. Valori della nostra terra che nessuno può permettersi di vendere ad una propaganda dell’odio e della discriminazione. Con me porto un bagaglio di esperienze, valori e competenze che rappresentano il punto di partenza e la bussola da seguire. Durante i pochi giorni che ci dividono dal voto avrò alcuni punti cardine che mi orienteranno nel cammino. Lo studio, perché senza la conoscenza la mia idea di politica non esiste. L’ascolto, perché non conosco altro modo utile per crescere e per costruire comunità solide, inclusive e vivaci. L’incontro, perché solo attraverso la promozione di una rete umana, di valori e di competenze una comunità può svilupparsi e può continuare a crescere senza lasciare indietro nessuno.
Il giorno dopo il voto voglio svegliarmi nella stessa regione che da venticinque anni a questa parte chiamo casa, che ha curato me ed i miei amici ogni qualvolta ne abbiamo avuto bisogno, che ci ha permesso di studiare nelle sue scuole e nelle sue università, a cui devo le mie prime esperienze lavorative e che ci offre, tutti i giorni, il suo essere comunità accogliente e di prospettiva.
La strada da fare è tanta e il tempo stringe, spero di poter condividere entrambe le cose con voi. Sono pronto a partire: in cammino, per la mia gente e per la mia Emilia-Romagna.”
Share Button
Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *