Ultime News
  • Home
  • homepage
  • I MODULI DI XII MORELLI SONO ARRIVATI A CALDAROLA

I MODULI DI XII MORELLI SONO ARRIVATI A CALDAROLA

By on novembre 17, 2016 0 192 Views

I moduli che hanno accolto la materna di XII Morelli nel post sisma stanno arrivando a destinazione: a Caldarola. Mercoledì è giunto il primo blocco, composto di 4 elementi, giovedì il secondo, con 6, e venerdì il terzo, con gli ultimi 3. Nei prossimi giorni verranno montati. In queste ore se ne sta decidendo la collocazione e la funzione: gli spazi, per un totale di 800 metri quadrati, già dotati di impianti e di finiture, potrebbero essere impiegati come sede comunale, come pare più probabile, o come aule scolastiche.
Per fornire supporto, a seguire le operazioni di questi giorni si sono recati nel centro del maceratese, per il Comune di Cento, Maurizio Caretti e Daniele Govoni, che avevano partecipato ai lavori, eseguiti dai volontari della sezione Ana di Bassano del Grappa, di smontaggio e montaggio dei moduli donati da San Casciano dei Bagni ai morellesi.
«Praticamente tutti i 1800 abitanti di Caldarola sono ancora fuori casa, dopo la scossa del 30 ottobre – testimoniano -. Queste comunità si sentono molto sotto pressione per i continui terremoti che si stanno susseguendo. C’è grande paura, ma la collettività sta reagendo con grande compostezza. Ritroviamo qui molti dei sentimenti che abbiamo provato anche noi quattro anni fa».
In questi giorni Caretti e Govoni hanno incontrato anche il sindaco di Caldarola, Luca Giuseppetti, che ha chiesto di fare arrivare la più profonda gratitudine a Cento e alla Regione Emilia Romagna, che ha preso a cuore la situazione di quella terra.
«Il nostro auspicio è che queste strutture, che tanto sollievo e sostegno hanno portato alla nostra collettività, possano consentire anche ai cittadini di Caldarola di trovare conforto e sicurezza in questa terribili momenti – afferma il sindaco centese Fabrizio Toselli -. Dobbiamo ringraziare la Protezione Civile dell’Anci Emilia-Romagna, per aver fatto da tramite consentendoci di attivare questo rapporto, e ancora la municipalità di San Casciano dei Bagni, che ha dato il via a questa importante e concreta catena di solidarietà, di cui siamo protagonisti per averne beneficiato e per volere ora rendere la solidarietà».

Share Button
Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *