Ultime News
  • Home
  • homepage
  • Il futuro dell'ospedale, professionisti si confrontano in Sala Zarri

Il futuro dell'ospedale, professionisti si confrontano in Sala Zarri

By on novembre 6, 2015 0 192 Views

‘L’ospedale di Cento: progettualità e territorio. La costruzione condivisa di una nuova integrazione ospedale/ territorio’. È questo il titolo dell’incontro che si terrà lunedì dalle 14 alle 18 al rinnovato Palazzo del Governatore, nella sala ‘Franco Zarri’. Si tratta di una giornata di studi dedicata alla trasformazione dell’ospedale Santissima Annunziata, che sta affrontando una vera e propria riorganizzazione fisica e concettuale, durante la quale assumono particolare rilevanza i momenti di confronto e di scambio di esperienze con i professionisti. Saranno due le tematiche che verranno sviscerate nel corso dell’assemblea: i professionisti discuteranno da una parte della trasformazione strutturale del nosocomio, gli interventi di ristrutturazione e riqualificazione, il nuovo Pronto soccorso, le degenze e la gestione complessiva degli spazi e, dall’altra, della nuova modalità di lavoro dei medici ospedalieri in integrazione con il territorio. Queste due grandi trasformazioni, al centro anche della tavola rotonda in programma a partire dalle 16, ha però un tema unificante ed è quello del passato, presente e futuro dell’ospedale. Le domande a cui si cercherà di dare risposta saranno: ‘Come si vede il ‘Santissima Annunziata’ nel futuro? E, meglio ancora: ‘come si vedono i professionisti in questo futuro e come descrivono la propria attività in un contesto di integrazione ospedale/territorio?’. “In una realtà mutata – spiegano dall’Ausl Ferrara -, trasformata, dove le condizioni sono cambiate e l’ospedale è sempre più un ospedale “distrettuale”, i professionisti si confrontano sulla loro funzione nei nuovi orientamenti di welfare sanitario, per maturare e consolidare una sempre maggiore consapevolezza del nuovo scenario e delle prospettive future che lo qualificano”.

Share Button
Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *