Ultime News

in Rocca… CABRUJA LIVE

By on luglio 11, 2022 0 80 Views
Martedì 12 luglio p.v. ore 21.30-accesso libero- ESTATE A CENTO. Piazzale della Rocca-Cento. Ancora musica nell’ambito del raffinato allestimento della rassegna Estate a Cento, organizzata dalla Fondazione Teatro G.Borgatti in collaborazione con il Comune di Cento.
voce Eduardo Cabruja -pianoforte Denis Biancucci chitarre Lorenzo Mantovani- basso Simone Di Benedetto batteria e percussioni Stefano Bussoli
L’album di Cabruja, costituito principalmente di cover, rappresenta un viaggio a molteplici livelli. Dal Venezuela all’Italia, dagli anni formativi dell’adolescenza all’età adulta conclamata, dall’amore alla solitudine, dalla mera esistenza alla consapevolezza di se stessi, dalla vita alla morte.
 
Inoltre, Cabruja fa un omaggio agli artisti e alle canzoni che l’hanno accompagnato durante la sua vita, interpretandole in chiave personalissima e intima. I brani sono legati da un sottile filo rosso non subito apparente, ma che intercetta sensazioni e immagini che fanno parte del mondo dell’artista.
I due brani inediti in particolare, scritti da Cabruja stesso, parlano del dialogo tra “un prima” e “un dopo”, un passaggio difficile ma necessario per l’evoluzione della persona; così come l’inevitabile lutto da elaborare quando si lascia indietro una parte di se stessi.
L’atmosfera drammatica creata dagli arrangiamenti di Giancarlo Di Maria e Cristiano Alberghini risulta talvolta epica e profondamente malinconica grazie all’esecuzione magistrale dei musicisti che fanno parte di questo progetto.
 
Produzione Artistica e Arrangiamenti
Giancarlo Di Maria per Parametri Musicali Snc
Produzione Esecutiva Raul Girotti per Over Studio Label
Registrato e Mixato da Angelo Paracchini c/o Over Studio – Cento
Masterizzato da Nicola Fantozzi c/o studio Level
Mastering -Bologna
Brano “All Mine” arrangiamento ,
programmazione computer
Tastiere, El. Piano, scrittura archi: Cristiano Alberghini
Voce leader e voci aggiunte : Cabruja
Batteria , percussioni : Iarin Munari
Basso elettrico : Marco Dirani
Chitarre Elettriche, Chitarre Acustiche, Ukulele,
Mandolino : Antonello D’urso
Pianoforte : Denis Biancucci
Programmazioni computer, tastiere, El. Piano, Sint ,Bass: Giancarlo Di Maria
Voce in background “ Father Lucifer”: Michela Tassinari
Tromba solista e trombe aggiunte in ”Gloomy Sunday”: Paolo Fresu
 
Archi scritti e diretti da Giancarlo Di Maria
1° Violino , 2° Violino, Viola- Valentino Corvino
Violoncello -Sebastiano Severi
Contrabasso- Marco Forti
 
Biografia Eduardo Cabruja
Eduardo Losada Cabruja nasce a Caracas, Venezuela, il 30 novembre del 1979. Sin da bambino la musica rappresenta una costante per la sua vita: muove i suoi primi “passi canori” all’interno del coro della scuola e in seguito partecipa a diverse rassegne, festival locali e produzioni.
In seguito, accanto alla passione per la musica, Eduardo coltiva anche quella per le scienze, laureandosi in biologia presso l’Universidad Simón Bolívar, a Caracas. Poi si trasferisce a Genova nel 2006 per un dottorato di ricerca in Microbiologia Molecolare.
Durante questo periodo entra a far parte del Coro dell’Università di Genova e, sebbene inconsapevole delle proprie capacità canore, viene scelto come solista per alcune esibizioni.
Per via del suo lavoro come divulgatore scientifico al Festival della Scienza di Genova, nel 2008 Eduardo conosce altri scienziati-musicisti con cui forma una cover band, un trio acustico che si esibisce regolarmente durante il Festival negli anni successivi oltre a partecipare in diversi eventi in Liguria, con un repertorio che spazia da David Bowie agli Smiths, e da Harry Belafonte a Compay Segundo.
Attualmente Eduardo lavora come insegnante di scienze in lingua spagnola in un liceo linguistico genovese.
 
 
 
Share Button
Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *