Ultime News
  • Home
  • homepage
  • "LA GRANDE SFIDA" FRA I CINQUE CANDIDATI: PANDURERA PIENA

"LA GRANDE SFIDA" FRA I CINQUE CANDIDATI: PANDURERA PIENA

By on maggio 28, 2016 0 198 Views

Giovedì 26 maggio 2016, in una Pandurera gremita, si è svolta “La grande sfida”, un confronto fra tutti i candidati alla carica di Sindaco.

La serata è stata condotta, in qualità di moderatore, dal giornalista ed esperto di comunicazione pubblica Beppe Rovatti che, per la terza volta, partecipa a questa iniziativa organizzata dal Circolo Culturale “Club Embora” e il giornale L’Accento.

Cinque domande, relative ad altrettanti macrotemi, quattro minuti per ogni risposta e, in chiusura, due minuti di tempo per appellarsi agli elettori.

Prima domanda. AMBIENTE E CURE DEL TERRITORIO: il tema della tutela dell’ambiente è molto sentito dai cittadini, cosa prevede di fare per le politiche ambientali? Nel vostro programma quale sarà il futuro assetto dell’ex municipalizzata CMV?

In merito alla prima domanda,  il candidato Contri ha subito affrontato due temi, fogne e la “bomba ecologica Molino Boschetti”, che ritiene siano stati fino ad ora trascurati. Poi ciclabili, propedeutiche ad un discorso più ampio legato al turismo, e parchi pubblici, sull’esempio del Parco dei Gorghi sede di associazione. Per CMV garanzia di  miglioramento servizi e tariffe.

Lodi richiama il Patto dei Sindaci , “scelta di civiltà”  grazie all’impegno dei centesi con il 75% della raccolta differenziata, riferendo che dal 2017  non si pagherà  più la sanzione ecologica dei comuni che non rispettano le percentuali di legge. Risolto il problema fossi, e si potrà uscire dall’incubo con un piccolo  impianto    Per le ciclabili, approvato il piano generale del traffico urbano, mettendo in rete  le strade vicinali  per collegare frazioni  ed entrare nella rete europee delle città amiche delle biciclette.  Per la CMV, viene rilevato che, in 5 anni, fa utili in tutte le tre società.

Per il candidato Malucelli, il problema ambiente riguarda principalmente Cispadana, “un eco-mostro che va ad  “azzerare colture e culture”  , e dichiara  No all’autostrada, Si alle piste ciclabili. La raccolta differenziata, afferma Malucelli, “ va riveduta, nei tempi e nei modi, con la creazione di  isole ecologiche e premi per i cittadini virtuosi e, come candidato “sganciato da partiti politici”, propone di  “intervenire su nomine politiche dei dirigenti di CMV” , parlando anche di “ambiente culturale “ ed educazione nelle scuole.

Mattarelli, propone l’istituzione di un referendum consultivo sui grandi temi ambientali. Per quanto riguarda la Discarica, ricorda di essersi interessato personalmente dal 2011 fino al febbraio 2016 per controllare che  la delibera della  chiusura venisse applicata. Proposta di attuare “Cento città verde” con cinque parchi nuovi attraverso fondi europei per l’ ambiente. Per CMV  non vede benefici della raccolta nelle tasche dei cittadini, no riduzione tariffe, disinteressato ai posti politici, ripropone il processo di privatizzazione.

Il candidato Toselli  dichiara di aver  lavorato molto sulla discarica per arrivare alla  chiusura definitiva. Propone operazioni pubblico/privato per recuperare tanti immobili non utilizzati in situazione di degrado, con l’obiettivo di un comune più verde e più parchi, lavorando sulle ciclabili per collegarle con capoluogo per dare  a Cento una valenza turistica. Altre proposte: bonifica amianto sul territorio, aree sgambamento per cani, viabilità e stop alle trivellazioni.

Seconda domanda: LO SVILUPPO: a fronte della crisi economica che continua ad attanagliare le nostre realtà territoriali e considerato il crescente timore della partita del posto del lavoro, quali sono le strategie e le azioni che la pubblica amministrazione locale deve mettere in atto?

Il problema Lavoro e famiglia, per Lodi e’ centrale e  propone l’integrazione dell’Informagiovani  con il Centro per l’Impiego, con progetti specifici e formazione. Attivi anche i lavori socialmente utili  per dare sostegno a persone svantaggiate con dignità, a favore della città ( per esempio cura del verde e dell’arredo urbano)  e progetti maggiori, come il patto per l’accompagnamento alla crescita di VM motori

Malucelli : propone di valorizzare ciò che la città già possiede, come per esempio i corsi di formazioni universitaria già esistenti sul territorio. Fa notare inoltre che non si parla mai di anziani, soggetti deboli, disabili  che sono  invece al centro del programma di Onda Centese.

Per Mattarelli, la macchina comunale può favorire  occupazione e investimenti attraverso il  tutor ed una burocrazia amica e non ostile. Trasferimento fondi a favore dello sviluppo produttivo, per  privilegiare quelli del territorio  e semplificazione pratiche per chi vuole investire.

Per Toselli il lavoro, parte da un progetto di riorganizzazione della macchina comunale con creazione di uno sportello Europa per attingere finanziamenti europei . “Cento è una città che ha le potenzialità di diventare una città turistica” afferma Toselli, ricordando anche le scuole storiche che hanno formato tanti personaggi e proponendo un  Tavolo di concertazione con le scuole, associazioni, istituzioni.

Per Contri: una nuova imprenditoria , aiutata dal comune,  ed un nuovo turismo da valorizzare, rendono il  territorio più attrattivo;  occorre valorizzare i marchi perchè possono creare nuovi posti e puntare sull’artigianato, il carnevale, laboratori di cartapesta. Piccolo sacrificio per tre anni per creare un territorio più facile per chi vuole partire ed attrattivo per chi vuole investire .

Terza domanda: OSPEDALE: quali sono i programmi dei candidati su questo problema annoso: quale obiettivo si deve porre l’amministrazione per il mantenimento in funzione dell’ospedale locale e più in generale per garantire un buon livello dei servizi di welfare locale?

I cinque candidati concordano sulla difesa dell’ospedale di Cento e  implementazione del pronto soccorso. Mattarelli propone inoltre di rendere efficienti le strade di accesso all’ospedale; collaborazione con le associazioni di volontariato.

Per Toselli occorre  valorizzare le specializzazioni per attirare pazienti ed integrare maggiormente medici di famiglia, creando rete tra comune ed associazioni del volontariato . Se il Pronto soccorso pediatrico, non potrà essere attivato, sostiene Toselli,  possiamo però parlare con Azienda e pediatri per  creare una guardia medica pediatrica ; inoltre  una navetta per collegare  le frazioni con Cento e tra gli ospedali di Cento e Cona.

Avere una pediatria al pronto soccorso è fondamentale  per Contri, dichiarando stop ai trasferimenti all’ospedale di Cona per quello che il nostro ospedale può offrire.

Lodi  spiega perché non ci può essere un pronto soccorso pediatrico, in base alla necessità di  specializzazioni “spinte”; occorre valorizzazione però di quello che possediamo, “no navette verso Cona, ma potenziare trasporti pubblici “ afferma Lodi.

Quarta domanda: LA RICOSTRUZIONE POST SISMA: cosa resta da fare e quali sono gli obiettivi che i candidati si danno, sia in ordine alla ricostruzione delle abitazioni e degli edifici produttivi, sia per quanto riguarda le opere pubbliche ?

Per Mattarelli, i fondi del terremoto, quando arrivano,  devono  essere usati con trasparenza, e propone  progetti di rivalutazione del centro storico ed accelera  la  messa in opera del palazzo del municipio:  un “abominio “ dover pagare Palazzo Piombini . Altra necessità è il potenziamento dell’ ufficio tecnico in funzione dell’assenza del dirigente comunale.

Per Toselli : è fondamentale  non perdere le persone che lavorano negli uffici legati alla ricostruzione, accelerare la ricostruzione pubblica  e recuperare gli spazi; questo è importante anche dal punto di vista psicologico.”Il comune può stimolare la curia” afferma Toselli, “ad  accelerare il più possibile gli edifici che fanno comunità, e la ricostruzione privata deve procedere con cantieri che devono ancora partire.I sindaci devono fare in modo di convincere  le regioni ed il governo per risolvere quei problemi che sono ancora senza risposta”.

Contri : pur dando atto a Lodi e Toselli che al terremoto non si è preparati, sostiene che un Ufficio tecnico senza dirigente crea rallentamento e non agevola la ricostruzione.” Il centro storico va rivitalizzato, sono state fatte scelte affrettate” dichiara Contri, con l’obiettivo  di ridare vita al teatro ed agli edifici comunali e di portare il centro anziani in centro ( scuole Rodari)   e di adibire la Pinacoteca a spazio contenitore per giovani.

Lodi, contestando che non si può proporre di mettere gli anziani nelle Rodari che devono essere abbattute, afferma che nella ricostruzione pubblica siamo il primo comune per volume di danni e tra i primi  con 63% opere compiute . Per le Pascoli, la ricostruzione a buon punto, soldi già stanziati. “Ho portato a casa 1.200.000 euro, contro i 400.000 euro “ dichiarando che “chi verrà dopo di me non troverà neanche una pratica di ricostruzione sulla propria scrivania perché questa amministrazione ha impostato il 100% della ricostruzione.”

Malucelli, ritiene  che la ricostruzione sia  stata lenta, e che ci siano ancora persone nei moduli abitativi e roulotte

Quinta domanda: CENTRO STORICO E FRAZIONI: quali sono le strategie e i programmi per il recupero del centro storico, colpito in modo pesante sia dal sisma che dalla crisi economica e per il miglioramento dei servizi delle numerose e sempre più grandi Frazioni?

Tutti i candidati, concordano sul centro da valorizzare. Toselli propone il recupero , con il Teatro, la Pinacoteca , la  Rocca no a  biblioteca,  un progetto pilota per rigenerare i centri storici e fare diventare cento una  città turistica. Un progetto però legato anche  al rapporto con le frazioni, ed alla percezione della sicurezza,  con l’istituzione di un corpo di  agenti in borghese e presidi in centro storico e frazioni.

Per Contri,  occorre valorizzare il centro storico  con l’ apertura (NO alla ztl), incentivi statali, dehors gratuiti. Consulte Comunali da valorizzare .

Lodi : tanti sono  i progetti realizzati  ed i  risultati concreti ottenuti per la valorizzazione della città; Dehors già gratuiti da 4 anni,  “il giro del martedì”, e, prossimamente, l’apertura di una caffetteria in Rocca, la pinacoteca permanente in San Lorenzo, la ristrutturazione giudice di pace.

Malucelli , lancia il messaggio “riappropriamoci della normalità.” proponendo, contro una “ Cento città morta”,  azioni culturali , sgravi fiscali per commercianti ed una sicurezza che va garantita h 24. Mattarelli : con la proposta di un assessorato alla sicurezza, collegato  alla trasparenza , sicurezza e  incentivando esercizi commerciali con decurtazione tasse locali. Riapertura scuole pascoli  e progetti per le Frazioni abbandonate.

La serata di confronto fra i cinque candidati si è poi conclusa con le dichiarazioni di voto.

Share Button
Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *