Ultime News

LA ROCCA DI TINGE DI VIOLA PER LE MICI

By on maggio 17, 2018 0 260 Views

Sabato si celebra il World IBD Day – Giornata Mondiale delle malattie infiammatorie croniche dell’intestino (MICI). La Rocca di Cento, come i monumenti di 40 città italiane e quelli di altri 50 Paesi nel mondo, sarà illuminata di viola (colore simbolo di queste patologie) per sensibilizzare e informare l’opinione pubblica sulla condizione delle persone che convivono con la malattia di Crohn e la colite ulcerosa.

Per l’occasione AMICI Onlus, Associazione nazionale da oltre trent’anni impegnata nella difesa e nella rappresentanza delle persone con Malattie Infiammatorie Croniche dell’Intestino e dei loro familiari, lancia anche una nuova campagna di sensibilizzazione #VorreiCheilMioMedicoSapesseChe, per rompere le barriere che spesso si creano tra medico e paziente, dando a questi la possibilità di esprimere le proprie emozioni, raccontando con una breve frase quello che spesso non si ha possibilità, tempo o coraggio di dire durante una visita (www.amiciitalia.eu/).
Cinque milioni di persone nel mondo e circa 200mila in Italia soffrono di una malattia infiammatoria cronica dell’intestino e i numeri sono destinati a crescere nei prossimi anni. Le MICI, caratterizzate dall’impatto fortemente negativo sulla vita quotidiana e dalla compromissione della sfera relazionale dei pazienti, sono vere e proprie malattie sociali che causano spesso disabilità e condizioni invalidanti.
L’Associazione nazionale AMICI onlus, con sedi in 15 regioni, è costituita da persone affette da Colite Ulcerosa o Malattia di Crohn e dai loro familiari. Comitati di medici specialisti affiancano l’associazione sulle tematiche medico sociali e coordinano le iniziative di studio e di ricerca a carattere più strettamente medico-scientifico. L’associazione intende garantire un più sereno inserimento nell’ambito familiare e sociale ad ammalati cronici la cui condizione poco conosciuta dall’opinione pubblica alla legislazione sociale.

Share Button
Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *