Ultime News
  • Home
  • homepage
  • L’ACQUISTO DELL SCUOLE DI CORPORENO ERA NECESSARIO?

L’ACQUISTO DELL SCUOLE DI CORPORENO ERA NECESSARIO?

By on marzo 3, 2022 0 312 Views
l’Amministrazione Accorsi, con il solo voto contrario della Lega in Consiglio comunale, ha approvato a larga maggioranza l’acquisto della scuole di Corporeno (volute ed edificate dalla Giunta Lodi dopo il terremoto del 2012).
Libertà per Cento, associazione capitanata da Marco Mattarelli (già Consigliere Comunale nella precedente amministrazione) pone qualche riflessione al riguardo:
così Mattarelli: “Il consiglio comunale del 17.2.2022 ha posto che le scuole di corporeno vengano ACQUISTATE ( p. 197/201). La cifra destinata alla operazione non è specificata.
Quindi in una città che sta invecchiando , con il numero di abitanti in calo da 10 anni ( – 473 nel decennio 2011-2021 ) con un traffico caotico e disordinato si acquista un immobile enorme destinato a scuola per circa 170 bambini nonostante la riapertura delle Pascoli. In sostanza a fronte di una popolazione di 6611 alunni ci sono decine di milioni di impegno finanziario – già impegnato o speso -. Non pare esserci una soluzione STRATEGICA per la ventennale carenza di palestre per scuole”
Mattarelli prosegue poi “Nel programma triennale delle opere pubbliche non c’è traccia di investimenti sulla popolazione anziana che rappresenta la parte preponderante degli abitanti, – 23% di ultra sessantacinquenni – tantomeno della realizzazione della bretella di corporeno (pur annunciata a pagina 174/201), sparito pure il fantasmagorico progetto di recupero del ex macello.
in compenso tante belle parole prese dalla politica economica della regione Emilia-Romagna.
Tralasciamo le improvvide previsioni sul quadro macroeconomico, tratto dai documenti governativi con illusorie previsioni di inflazione al 2% ,PIL al,6% ecc. ecc. , inoltre nelle note sul settore credito ci si vanta del primo posto in provincia per entità di depositi procapite (circa 25.000€) e non si dice una parola sulla enorme distruzione di ricchezza perpetrata con la perdita della ex CRCento spa. Nessuna linea strategica per le partecipate , si chiuderà nell’oblio il buco di mezzo milione di ente territorio , si continua a finanziare CMV servizi srl e per Clara spa non c’è nessuna strategia alternativa concreta , per CMV energia & impianti un futuro ancora nebuloso di bio-digestore e/o fusione .
Viene confermata la necessità di AUMENTARE la addizionale Irpef già predisposta dalla precedente amministrazione TOSELLI ( p. 108/201 ) . Il debito che oggi è di 22,4 MILIONI viene dichiarato come obiettivo IN RIDUZIONE ma con il contenimento della spesa corrente (p. 198/201) il che comporterà inevitabilmente dei vincoli dato che le rate dei mutui sono ancora parzialmente sospese .
In merito alla sicurezza non viene identificata una chiara azione di contrasto ai sempre più frequenti episodi di disordini , risse , microcriminalità diffusa .
Gli obiettivi “ strategici “ : CENTO AUDACE – FELICE – PLURALE ricalcano in pieno i manifesti elettorali della campagna elettorale, in sostanza propaganda . Mi auguro diventino fatti CONCRETI i proclami di audacia felicità e pluralismo , non semplici slogan , specialmente per il recupero delle aree ex industriali dismesse ed abbandonate e con il concorso trasparente dei cittadini , per il richiamo di investimenti per creare nuovi posti di lavoro al fine di sostituire quelli già persi ( stellantis ed ex CRCento SPA) , per fare della città una zona friendly.
Resta l’auspicio sulla TRASPARENZA , SUL VERDE PUBBLICO , SULLA VIABILITÀ SOSTENIBILE e sulla SALUTE che per non essere solo slogan vanno praticate con metodo , coraggio , mezzi finanziari , al momento non dichiarati .
In definitiva il messaggio di SPERANZA più e più volte lanciato nel DUP strategico che non contiene nessuna strategia concreta ne nessun mezzo per attuarla si traduca in ATTI DI GESTIONE chiari , coraggiosi , comprensibili. Senza la solita retorica paternalistica che la sinistra da sempre pratica”.
Share Button
Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *