Ultime News
  • Home
  • homepage
  • LETTERE ANONIME DENIGRATORIE AL CANDIDATO SINDACO MATTARELLI

LETTERE ANONIME DENIGRATORIE AL CANDIDATO SINDACO MATTARELLI

By on aprile 29, 2016 0 228 Views

Nella giornata di ieri 28 aprile è stata indetta una conferenza stampa urgente dal candidato sindaco Marco Mattarelli  per rendere pubblico un fatto molto grave : quattro lettere anonime denigratorie nei suoi confronti  e del mensile “Cento per Cento”, recapitate ad un  sostenitore del candidato e che ha consegnato, durante l’incontro, a tutti i giornalisti.

“C’è cattiveria e malvagità verso il sottoscritto”, afferma  Mattarelli, “ perché probabilmente il sottoscritto ed i suoi alleati cominciano ad essere disturbativi e pericolosi per gli equilibri ed i poteri forti di questa città” riferendosi agli appellativi di “Dalai Lama” per il direttore della rivista ed al “Lama” nei suoi confronti, come colui, dicono le lettere “che sputa nel piatto dove ha sempre mangiato”, riferendosi alla Cassa di Risparmio di Cento.

“ Non tollero più che venga detto che ero dipendente e non ho lavorato, (“il Lama ha lavorato, mi sembra eccessivo, è stato dipendente… “),“ denigrare 36 anni fatti in quell’azienda vuol dire che qualcuno mi odia a morte.

Sono falsità e cattiverie  alle quali Mattarelli risponde ricordando la sua assoluzione dalla Cassazione perché “Il fatto NON SUSSISTE “ a seguito della citazione in giudizio da parte dell’ex Direttore ed ex Presidente della banca, e dei 200.000 euro di risarcimento nei suoi confronti per danni provocati dai predetti in sette anni, per i quali, sostiene Mattarelli, “ha pagato  qualcun altro”.. Mattarelli si ritiene pronto a rivelare altri particolari, ma, per il momento, per quanto riguarda le lettere, non ha intenzione di denunciare il fatto alla Magistratura; se gli episodi  dovessero proseguire, ovviamente lo farà, anche  perché viene denigrato nella sua veste di  rappresentante della città quale Consigliere Comunale.

Alcuni esempi dei passaggi “pesanti”nelle lettere “Il Lama è pericoloso, sputa e se ha sputato nel piatto della Caricento sputerà anche nel piatto comunale come sta già facendo da consigliere, sarà peggio dell’Isis, i nostri monumenti sono a rischio, incominciando dalla Rocca.”.. “ E’vero che qui non c’è il Papa, ma anche il Cardinale è preoccupato, ha paura che il Lama sputi anche sulla Chiesa… Vuoi capire che la situazione è grave che Cento è in pericolo, abbiamo già avuto il terremoto con morti e distruzioni, ma lì non c’era la mano dell’uomo.”

Scrivere  che  “ il Lama… continui a fare dei danni e continuerà – da Sindaco –  a farli..” è  pericoloso ed offensivo e , sostiene Mattarelli, potrebbe essere penalmente rilevante.

Di fronte a queste provocazioni, Mattarelli, conclude, “non ho scheletri nell’armadio…non sono arrabbiato, ma sono inferocito!”

Share Button
Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *