Ultime News
  • Home
  • homepage
  • PALASPORT INAGIBILE, CONTRI: “GIA' PRONTO NOSTRO PROGETTO DI RIQUALIFICAZIONE, NOI NON ASPETTIAMO I FONDI EUROPEI”

PALASPORT INAGIBILE, CONTRI: “GIA' PRONTO NOSTRO PROGETTO DI RIQUALIFICAZIONE, NOI NON ASPETTIAMO I FONDI EUROPEI”

By on giugno 9, 2016 0 231 Views

“Palasport inagibile e partite trasferite altrove, la situazione è veramente spiacevole. Lo denunciamo da mesi. Per risolvere, una volta
per tutte, i problemi abbiamo già predisposto un piano d’intervento, che prevede anche la costruzione di una nuova palestra annessa. Noi
siamo quelli dei progetti seri e immediatamente realizzabili, i nostri sfidanti preferiscono invece aspettare che calino dall’alto
improbabili fondi europei”. Lo segnala il candidato sindaco di centrodestra Diego Contri che documenta le nuove infiltrazioni d’acqua con alcune foto, in allegato, e non risparmia stoccate all’ avversario, Fabrizio Toselli. Per Contri “ci sono già i finanziamenti per interventi al PalAhrcos”. “Intendiamo infatti – spiega – attingere alle risorse della ricostruzione dell’area ex bocciofila per dare una nuova casa alla
Benedetto e allo sport centese”. Al progetto elaborato dalla lista Contri-Sindaco hanno lavorato alcuni architetti e ingegneri che ne sostengono la candidatura: i tecnici hanno elaborato anche un’analisi dei finanziamenti “che consentirebbero di effettuare interventi per: l’ampliamento del PalAhrcos, il potenziamento dei posti a sedere nelle tribune e, con le economie, la realizzazione di una nuova palestra, esattamente a fianco del palazzetto, che servirebbe anche le vicine scuole medie”. “Siamo al lavoro per dare piena concretezza alle nostre proposte. Non ci interessano le ‘sparate’, prima di annunciare interventi ne valutiamo, nel merito, la fattibilità, con l’ausilio di tecnici ed esperti che compongono la nostra squadra. Vogliamo dare piena dignità allo sport centese, che esprime tantissime eccellenze, e dare finalmente strutture adeguate alle nostre squadre, che portano il nome di Cento in Italia e all’estero”.

Share Button
Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *