Ultime News
  • Home
  • homepage
  • “Pitture murali del Guercino a Casa Provenzali”

“Pitture murali del Guercino a Casa Provenzali”

By on dicembre 14, 2020 0 262 Views
In arrivo la seconda conferenza del ciclo di incontri programmati dal Comune di Cento e dal Centro studi Internazionale Il Guercino si terrà Venerdì 18 dicembre, alle ore 17.30 e sarà curata dalla prof. Barbara Ghelfi, docente di storia dell’arte presso l’Università di Bologna -campus di Ravenna, che relazionerà sui primi risultati delle indagini diagnostiche condotte sotto la sua direzione dal Dipartimento di Beni culturali dell’Università di Bologna sulle “Pitture murali del Guercino a Casa Provenzali” di Cento. Affiancheranno la Ghelfi la restauratrice Licia Tasini e l’architetto Alberto Ferraresi.
 
Il ciclo pittorico in esame è di particolare interesse. Come riporta lo storico dell’arte Renato Roli, è molto probabile che sia stato il nobile Alberto Provenzali, fratello del grande pittore e mosaicista Marcello Provenzali, ad affidare al giovane Guercino la decorazione di una sala nella propria casa.
 
Fu il massimo esperto del Guercino Sir Denis Mahon l’aver, nel 1937, rintracciato il fregio che il maestro centese dipinse nel 1614 con la collaborazione di alcuni suoi allievi. Arrampicatosi su una scala e munito di una torcia elettrica, lo studioso britannico riuscì ad intravvedere i dipinti rimasti nascosti nell’intercapedine tra l’antico soffitto e uno più basso costruito nella seconda metà del secolo scorso.
 
Il ciclo di dipinti, oltre a rappresentare un tassello fondamentale per la conoscenza dello stile giovanile del Guercino, costituisce un riferimento importante per lo studio della sua tecnica pittorica nell’ambito della decorazione murale. Nell’estate del 2019 lo staff del Laboratorio Diagnostico del Dipartimento di Beni Culturali dell’Alma Mater Studiorum Università di Bologna, in collaborazione con il Centro Studi Guercino che ha finanziato il progetto e con Lumiere Technology, ha avviato una serie di indagini tecnico diagnostiche sulle decorazioni di Casa Provenzali; un’iniziativa che si inserisce nel progetto “Guercino oltre il colore”, avviato dal Laboratorio Diagnostico nel marzo del 2017.
 
Nel corso della conferenza la responsabile Barbara Ghelfi fornirà i primi risultati di questi studi, illustrando alcune delle novità emerse nel corso dell’indagine, riguardanti in particolare la tecnica esecutiva delle pitture e il loro stato di conservazione.
 
La curatrice del restauro in atto Licia Tasini relazionerà sulle tecnica e metodologia utilizzata da Guercino, mentre l’architetto Ferraresi fornirà interessanti notizie sul contenitore, la struttura originaria di Casa Provenzali e il progetto architettonico strutturale di recupero dell’attuale Palazzo, con specifico riferimento alle stanze di interesse.
 
Non dimentichiamo che tutto il ciclo pittorico è ancora ubicato nella sua originaria sede, fatto alquanto raro.
 
 
Share Button
Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *