Ultime News
  • Home
  • homepage
  • REGALO DI NATALE MADE IN FE: DAL 24 DICEMBRE A CENTO NON SI NASCE PIÙ!

REGALO DI NATALE MADE IN FE: DAL 24 DICEMBRE A CENTO NON SI NASCE PIÙ!

By on dicembre 27, 2021 0 277 Views
La decisione dell’Ausl di Ferrara di chiudere il punto nascite del Santissima Annunziata anche se (dicono) solo momentaneamente, ha destato non poche perplessità.
Su Radio Cento (primo a dare la notizia) il pezzo in cui si annunciava la chiusura del servizio ha toccato quota 15000 visualizzazioni ed una buona serie di interazioni con la pagina.
L’ amministrazione comunale è intervenuta sull’argomento con l’assessore Pedaci
Mostrando preoccupazione per l’accaduto e chiedendo quanto prima all’ USL: “ rassicurazioni sul fatto che le future mamme avranno comunque la massima tutela per tutto il periodo necessario, compreso un percorso preferenziale di accompagnamento al parto nei vicini nosocomi di Cona e di Bologna”.
Pedaci ha assicurato che monitorerà la situazione in stretta collaborazione con l’Azienda USL con l’unico intento di ottenere al più presto la riapertura del Punto Nascita dell’Ospedale di Cento.
Anche il Sindaco Accorsi fa quadrato con le parole del suo Assessore esprimendo che: “Il punto nascite del nostro ospedale è da anni in grande sofferenza ed è purtroppo noto a tutti. Bene che si sia subito trovata una soluzione per le cittadine che avevano parti programmati ma rimane fermo il fatto che considero, quello del punto nascita, un servizio assolutamente necessario ed essenziale che deve essere fornito alla cittadinanza centese a Cento”.
Per poi continuare: “Contatterò immediatamente l’assessore regionale Raffaele Donini e la dirigenza dell’Azienda sanitaria per avere rassicurazioni in merito alla permanenza del punto nascite – ha aggiunto Accorsi -. Ben comprendo il periodo di grande difficoltà legato all’impiego di personale medico, i motivi sono evidenti, ma è assolutamente necessario che questo servizio rimanga attivo a Cento e che tutti i livelli istituzionali lavorino perché questo avvenga”.
Share Button
Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *