Ultime News

SONO STATI 5 ANNI BUTTATI

By on marzo 14, 2021 0 45 Views

A dare alla stampa il resoconto del Suo mandato elettorale (in qualità di Consigliere Comunale eletto nelle file di una lista civica) ed un pensiero su come sia stata amministrata Cento negli ultimi 5 anni è il Capogruppo di Libertà per Cento, Marco Mattarelli.

Per Mattarelli: “CON TOSELLI CINQUE ANNI BUTTATI VIA, TRASPARENZA AZZERATA, CITTÀ ANNICHILITA NEL MUTISMO E SOTTOMESSA ALLE LOBBY. LO SPOSTAMENTO DELLE ELEZIONI AGGRAVA LA SITUAZIONE, INIZIATE LE MANOVRE ELETTORALI DI DISTURBO”. In qualità di capogruppo di LIBERTÀ PER CENTO, in nome e per conto del 10% degli elettori che mi hanno dato fiducia nelle precedenti elezioni amministrative del 2016 (secondo candidato personalmente più votato dopo TOSELLI), ho il dovere di rendicontare il LAVORO SVOLTO nella legislatura alla scadenza dei 5 anni . Saranno raccolte in libro le oltre 200 pagine di interrogazioni, comunicati stampa , ODG ( solo per ricordare i più significativi : ODG su cispadana – si a strada a scorrimento veloce no ad autostrada – ODG su CRCento – invito alle forze economiche e sociali ad investire sulla banca della città), controllo e verifica dei bilanci del comune e delle partecipate , controllo delle delibere di giunta, analisi dei fatti concreti, analisi e proposte economiche e politiche , almeno una ventina di conferenza stampa prima della crisi da coronavirus. Posso affermare senza tema di smentita che l’amministrazione Toselli è stata la più numerosa di sempre e contestualmente la più fallimentare e la meno presente. Il Sindaco ha dato precedenza al ludismo sprecando milioni, ha dato precedenza al palazzetto dello sport mentre le scuole non hanno palestre, ha dato milioni al carnevale ma ente territorio è ancora in liquidazione con un buco da mezzo milione e la gestione del carnevale dichiara crediti vecchi di anni. Del sistema delle partecipate è rimasta solo CMV servizi Srl il cui bilancio è insostenibile.

I palazzi comunali storici ancora fermi come le scuole Pascoli in compenso ha affittato dalla presidente della fondazione (da lui stesso nominata in consiglio di indirizzo) un palazzo per gli uffici comunali in centro , non ha detto una parola sul SISTEMA CASSA (una colossale perdita di ricchezza e decine di posti di lavoro a rischio), ha abbandonato quasi completamente le frazioni.

Non si sa cosa faremo con gli oltre tre milioni di azioni HERA che abbiamo avuto in cambio della cessione delle reti del gas e della parte gestione dell’energia di CMV energia e impianti che ha chiuso il 2019 con una perdita di mezzo milione di euro. CLARA SPA è senza direttive chiare con il rischio finanziario a carico del comune di cento pro quota del 15%, cioè oltre 6 MILIONI. Ha gestito la pandemia da coronavirus utilizzando 1,5 milioni per pagare i mutui del comune, spostandoli in avanti di dieci anni. Ha lasciato nel degrado più assoluto le aree industriali dismesse ex SIM BIANCA, EX PESCI, EX CINEMA ed il PALAZZO BASTELLI. Il sindaco TOSELLI abita a BURANA di Bondeno, come il suo sostenitore FABBRI della Lega, non l’ho mai incontrato nelle mie passeggiate serali in città quando vado ad ascoltare fra la gente la “vox populi“ o quando chiamato vado in ispezione sul territorio delle frazioni. La sua propaganda è però scrupolosa dato l’ufficio che egli stesso ha creato riempiendolo nei momenti di massima di ben 4 persone, tutte ovviamente a spese del comune. Ovviamente a tale impianto si aggiungono le voci dei politici ferraresi amici di TOSELLI desiderosi di piantare la bandierina sulla nostra città ma assolutamente muti sul problema intercomunale del sistema CASSA e sulla perdita di ricchezza colossale in arrivo. Non ho mai capito il progetto sottostante alla amministrazione TOSELLI e quale fosse la sua visione di città, temo purtroppo sia la stessa visione dei piccoli potentati locali che hanno devastato negli ultimi 30 anni L’ urbanistica, il verde, l’ambiente con becere logiche speculative. Il neo democristiano TOSELLI saltimbanco politico professionista si ripropone alla città per il secondo mandato, con l’appoggio dei politici ferraresi del presunto centro destra (Fabbri, Balboni, Fornasini) tendando con una civica civetta di ripetere l’inganno perpetrato ai cittadini centesi”.

Share Button
Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *