Ultime News
  • Home
  • homepage
  • Tanti progetti per l’Advs Renazzo, ma occorrono spazi più ampi

Tanti progetti per l’Advs Renazzo, ma occorrono spazi più ampi

By on novembre 3, 2015 0 325 Views

L’Advs (Associazione donatori volontari sangue) di Renazzo necessita di una sede più ampia. L’amministrazione comunale, attraverso il sindaco Piero Lodi, Banca Centro Emilia, rappresentata dal presidente Giuseppe Accorsi, e l’associazione hanno iniziato il percorso burocratico e amministrativo che ha il fine di creare nuovi spazi idonei, collegando l’attuale sede ai magazzini retrostanti che verrebbero demoliti e ricostruiti ex-novo secondo le necessità. Il progetto preliminare è già stato presentato ed attualmente è al vaglio degli organi competenti per le verifiche tecnico-economiche necessarie. L’associazione auspica in un iter positivo, incentivato anche dalla disponibilità dell’amministrazione comunale ad investire 40mila euro per la realizzazione dell’opera. Ma perché è nato il bisogno di questo ampliamento? Il 2015 è stato un anno importante per l’Advs che ha dato vita ad un vero proprio restyling per fornire un servizi ai propri donatori. “A seguito del recepimento delle direttive europee in vigore all’inizio dell’anno – spiega il presidente Daniele Guidetti -, nei mesi precedenti abbiamo dovuto attuare una serie di interventi sia strutturali che impiantistici, che ci hanno consentito di ottenere l’autorizzazione regionale a ‘Punto di raccolta sangue’.Sono inoltre state acquistate nuove attrezzature, installata una scala per accesso disabili al piano superiore, e attrezzato un secondo bagno per personale medico”. A seguito di queste disposizioni recepite dalla Regione e in seguito agli eventi sismici del 2012, molti punti di raccolta sangue limitrofi a quello renazzese non hanno potuto riaprire ed ottenere tali autorizzazioni, aumentando in tal modo il carico del utenza dell’Advs Renazzo. “Abbiamo consolidato – prosegue Guidetti – da tempo la procedura di prenotazione al dono del sangue, diminuendo di molto l’attesa per il prelievo”. E ora si vogliono aumentare i servizi ai donatori. Già da alcuni anni a Renazzo, ogni mercoledì, è possibile effettuare i prelievi di sangue per tutti i cittadini, che così non debbono recarsi all’ospedale di Cento, ed ogni quindici giorni sono possibili visite audiometriche, sempre su prenotazione. Ora è intenzione dell’associazione, che ha acquistato un elettrocardiografo, eseguire elettrocardiogrammi non solo ai propri donatori, ma anche a tutti i cittadini, proprio per dare sempre maggiori servizi. Ed è per questo che occorrono spazi adeguati.

Share Button
Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *