Ultime News

TRAMEC, UNA BUONA CENTO CEDE IL PASSO A UDINE

By on settembre 27, 2021 0 37 Views
L’esordio dei quarti di finale vede Udine mettere il naso avanti grazie ad uno spunto di Pellegrino sotto canestro. Sotto di misura, Cento prima ricuce con Barnes, operando il contro sorpasso grazie alla tripla di Tomassini. L’Apu tenta di pungere, ma i biancorossi si chiudono bene e concedono solo due punti a Cappelletti, incrementando allo stesso tempo il proprio vantaggio con due centri di Zilli. Avanti di due possessi, dall’angolo Ogunleye azzanna il bottino centese, chiudendo la forbice sulle due lunghezze. Le polveri bagnate dei due schieramenti, però, impediscono di vedere altri realizzatori nella prima frazione, chiusa 7-9 in favore della Tramec.
Al rientro dal mini break, Udine mette la freccia del sorpasso con Walters, bravo a concretizzare un gioco da tre punti. Una sola lunghezza a separare i due schieramenti, divorata da James che, supportato da Berti e Ranuzzi, porta la Tramec sul +7 ed obbliga Boniciolli al timeout. Il minuto chiamato dal coach bianconero sortisce l’effetto auspicato e, ridestatasi dal torpore di inizio quarto, l’Apu incide nella sfida un break di 7-0, portandosi a due punti dagli ospiti. Mecacci decide di parlare ai suoi e la reazione è immediata: Gasparin riapre lo strappo, imitato poco dopo da James, ma Ogunleye prima e Cappelletti poi impediscono alla Tramec di scappare. Approfittando dell’inerzia favorevole, Udine si avvicina ulteriormente alle porte della pausa lunga con il canestro di Pellegrino che, di fatto, a cinquanta secondi dalla seconda sirena rimane l’ultima realizzazione del periodo.
Indossate le vesti del cacciatore, la formazione di Boniciolli agguanta prontamente la lepre Cento al rientro sul parquet, siglando il +1 con Cappelletti. La reazione della Tramec non si fa attendere: Zilli firma il contro sorpasso, Antonutti e Italiano strappano, Barnes ricuce ed è 28 pari dopo centoventi secondi. Ritrova lo smalto l’Apu che, prima pesca la tripla con Giuri, poi assesta un uno-due con Walters e Antonutti per il +6. Il tentativo di fuga dei friulani subisce, però, una battuta d’arresto: Gasparin si alza dall’arco, imitato poco più tardi da Ranuzzi che, approfittando di un cioccolatino servitogli da Zilli, a un minuto e venti dalla terza sirena riporta il divario sul singolo possesso. Nonostante il break centese, l’ultima parola la pronuncia Pellegrino, decretando il 42-38 al 30’.
Scivolata a quattro lunghezze di distacco, abbozza la reazione Cento con il canestro di Gasparin, cui risponde prontamente Cappelletti supportato da Giuri per il nuovo massimo vantaggio interno. A segno agli albori del quarto, la Tramec spezza il proprio digiuno realizzativo dopo oltre cinque minuti con Barnes, realizzazione vanificata dai canestri di Pellegrino e Giuri. Scivolati sotto di diciannove punti sotto i colpi di Ogunleye e Giuri, i biancorossi trovano una boccata d’ossigeno dalle triple di James e Barnes, ma il cronometro è tiranno ed il divario troppo ampio.
Share Button
Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *