Ultime News
  • Home
  • homepage
  • VERONESI SI CONGEDA TRA AMAREZZA E….QUALCHE SASSOLINO NELLA SCARPA

VERONESI SI CONGEDA TRA AMAREZZA E….QUALCHE SASSOLINO NELLA SCARPA

By on ottobre 12, 2021 0 76 Views
Titoli di coda per l’intero Consiglio Comunale. Presto i nuovi eletti entreranno a farne parte con nuove coalizioni e nuovi schieramenti. Matteo Veronesi, Presidente in carica, rivolge un ultimo saluto ai cittadini e, nel farlo, si toglie dalla scarpa qualche sassolino rimasto probabilmente al suo interno.
Così Veronesi pochi minuti fa: “Ho avuto l’onore di presiedere il Consiglio Comunale in 5 anni importanti per la nostra città.
Sono stati anni in cui abbiamo affrontato temi delicati ed in cui non è mai venuto meno il dibattito, quello sano, nel rispetto delle diverse idee e sensibilità.
Come Presidente dell’Assemblea cittadina ho cercato di garantire sempre il corretto svolgimento dei lavori, di tutelare i Gruppi ed i singoli consiglieri e di valorizzarne infine le prerogative e competenze.
Sono oggi però molto amareggiato nel vedere che questa Consiliatura si chiude senza che l’Assemblea sia rientrata nella sua sede naturale, il Municipio storico, mentre all’inizio di questo mandato consigliare tutti ci attendevamo che ciò sarebbe accaduto.
Allo stesso modo mi addolora il fatto che il Consiglio comunale cessi le sue funzioni senza che sia stata prevista nemmeno una convocazione di saluto per i componenti l’Assemblea, mentre altri comuni attorno a noi hanno espletato gli atti urgenti e convocato per tempo una seduta conclusiva in segno di rispetto e di correttezza istituzionale.
Chi per 5 anni ha dedicato tempo ed energia alla città seduto tra i banchi del Consiglio comunale avrebbe meritato almeno un’ultima convocazione.
Come Presidente del Consiglio ne sono amareggiato ma i continui input contrastanti del Sindaco e della Giunta hanno reso impossibile usare questa accortezza e di questo mi scuso e mi dispiaccio.
Porgo invece il mio ringraziamento personale a chi ha rivestito il ruolo di consigliere Comunale con un affetto particolare per quanti non siederanno più sui banchi del nostro Consiglio nella prossima consiliatura.
Un ringraziamento infine ai dipendenti comunali per il supporto che hanno dato a questi 5 anni di lavoro del Consiglio, vincendo, in particolare, la sfida di passare “on-line” a causa della pandemia. Pure in condizioni tutt’altro che agevoli abbiamo infatti garantito la piena funzionalità dell’organismo Democratico.
Auspico che la prossima Amministrazione dimostri maggiore attenzione e rispetto alle prerogative del Consiglio Comunale: troppe volte negli ultimi cinque anni ci si è appellati all’ “urgenza” e si è ricorsi a delibere assunte dalla Giunta “con i poteri del Consiglio”; una procedura poco ortodossa e certamente non pienamente rispettosa del Consiglio e delle attribuzioni dei Consiglieri comunali eletti ma che purtroppo è stata usata tanto, a mio avviso troppo, per poi divenire una costante negli ultimi due mesi e mezzo senza che mai fosse convocato il Consiglio Comunale.
La mancata convocazione del Consiglio infatti (l’ultima seduta è stata il 29 luglio scorso) ha già causato rallentamenti ed il mancato rispetto di alcune scadenze come il termine per l’approvazione del Bilancio Consolidato previsto per legge entro il 30 settembre, e che avrà alcune gravi conseguenze tra cui il blocco della assunzioni di personale ed il divieto a stipulare alcuni tipi di contratti di servizi.
E’ evidente dunque che un cambio di passo da questo punto di vista è necessario.
Auguro infine buon lavoro alla prossima Assemblea sempre e comunque nell’interesse esclusivo della Città e dei Centesi”.
Share Button
Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *