Ultime News

WONDER WOMAN

By on aprile 4, 2016 0 231 Views

Mercoledì 6 aprile alle ore 21,00 sul palcoscenico della Pandurera, per la rassegna “Prosa in rosa”, il divertente spettacolo  “Wonder Woman” con Marta Cuscunà, Giuliana Musso e Antonella Questa.

Superman era un giornalista, Batman un miliardario. Le super donne in generale sono un po’ sfortunate in amore”. Tre straordinarie attrici che, partendo dall’inchiesta di Silvia Sacchi e Luisa Pronzato, giornaliste di La27ora – Corriere della Sera, attraverso il teatro d’indagine e l’ironia, danno spazio e voce a legittimi interrogativi sullo stato dell’arte dell’indipendenza economica delle donne in Italia.

Il sottotitolo ci proietta immediatamente al tema dello spettacolo: “Reading su donne, denaro e super poteri“. Wonder Woman è uno spettacolo dalla drammaturgia originale, brillante, graffiante e intelligente, popolato da donne e uomini che, pur non avendo poteri sovrumani, affrontano la quotidianità dell’amore, del lavoro, della famiglia con voglia di cambiamento .

Giuliana Musso
Attrice e autrice teatrale. Nata a Vicenza nel 1970, vive a Udine ed è mamma di una bambina. Dal 2001 intraprende un percorso di scrittura per il teatro fondato sull’indagine e la raccolta di testimonianze.

I suoi spettacoli tutt’ora in repertorio sono: Nati in casa, monologo sulla nascita (2001); Sexmachine, sulla sessualità commerciale (2005); Tanti saluti, sul fine vita (2008), La fabbrica dei Preti, sui seminari pre-conciliari (2012). Premio della critica 2005. Ha partecipato a trasmissioni televisive (Report, rai tre) e radiofoniche (Rai Radio Tre).

Antonella Questa
Attrice di lunga esperienza nel teatro, vive e lavora tra l’Italia e la Francia. In tv è stata tra i protagonisti della Fattoria dei Comici di Serena Dandini (“Mmmh!” Rai2 e “B.R.A.” Rai3); traduce e promuove per l’Italia testi di drammaturgia contemporanea francese; in qualità di autrice e regista ha scritto e diretto i cortometraggi comici: L’Occasione (Premi: Migliore Montaggio, Migliore Attrice e Migliore Opera Prima) e …MAMMA!!.

Nel 2005 ha fondato la Compagnia LaQ-Prod, con la quale ha prodotto e interpretato i seguenti spettacoli di impegno civile: Il rapporto Lugano (tratto dal libro omonimo di Susan George, ATTAC); Dora Pronobis; Stasera ovulo, vincitore del Premio Calandra 2009 come Miglior spettacolo e Migliore interprete; Vecchia sarai tu! (2012) che ha vinto il Premio “Museo Cervi 2012 Teatro della Memoria” e i Premi Calandra 2012 come Migliore Spettacolo, Migliore Attrice e Migliore Regia; Svergognata (2014).

Marta Cuscunà
Nata a Monfalcone, città operaia famosa per il cantiere navale e il triste primato dei decessi per malattie causate dall’amianto. Studia a Prima del Teatro: Scuola Europea per l’Arte dell’Attore. Partecipa nel ruolo di attrice a Merma Neverdies, spettacolo con pupazzi di Joan Miró e Zoé, inocencia criminal, entrambi diretti da Joan Baixas per la compagnia Teatro de la Claca di Barcellona. Nel 2009 vince il Premio Scenario Ustica con È bello vivere liberi! Progetto di teatro civile per un’attrice, 5 burattini e un pupazzo. Nel 2011 grazie ad una borsa di studio, partecipa a …Think only this of me… progetto inedito per attori e musicisti della Guildhall School of Music and Drama di Londra. Nel 2012 vince la menzione d’onore come attrice emergente al Premio Eleonora Duse e nel 2013 il premio Last Seen come miglior spettacolo dell’anno con La semplicità ingannata. Satira per attrice e pupazze sul lusso d’esser donne. Dal 2009 fa parte di Fies Factory, un progetto di Centrale Fies.

Share Button
Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *