Ultime News
  • Home
  • homepage
  • I GIOVANI DI TOSELLI: UN APERITIVO PER DIALOGARE E CONFRONTARSI.

I GIOVANI DI TOSELLI: UN APERITIVO PER DIALOGARE E CONFRONTARSI.

By on Maggio 6, 2016 0 1338 Views

A Cento, in Via Guercino, nella sede elettorale di Fabrizio Toselli, il nutrito gruppo di giovani appartenenti alle due liste civiche “CENTO CIVICA ” e “IDEA IN COMUNE”  che stanno sostenendo fattivamente il progetto del candidato Sindaco, ha tenuto mercoledì 4 maggio una conferenza stampa dove, alcuni di loro, hanno presentato i motivi della scelta, l’attività che stanno svolgendo ed anticipato  l’iniziativa dell’aperitivo “insieme ai giovani di Toselli”  previsto per venerdì 6 maggio alle ore 18,30.

Il momento informale sarà l’opportunità per trovarsi, in un “contesto leggero, colloquiale e giovanile” dice Alessia Saccardo di Cento, “dove poter conoscere le idee del gruppo, indipendentemente dalla propria volontà del voto.” Sarà inoltre occasione  di confronto   e dialogo, per comprendere realmente le cose che non vanno , approfondire  la situazione centese.

Di fronte alla paura e scontentezza dei coetanei nei confronti della politica  centese, Federico Ferioli di Cento afferma: “abbiamo avuto l’opportunità di spazio e fiducia, cosa non scontata” e, continua “ in una forma di politica trasversale, possiamo fare tanto per il nostro bellissimo  paese.”

Toselli, intervenendo, aggiunge che i ragazzi “ non hanno partecipato solo al tavolo dei giovani, ma anche  in tutte le altre fasi della redazione del programma con una collaborazione continua, dalla sicurezza  al centro storico, dal commercio al lavoro, dal turismo allo sport..”

Lavorando ai tavoli e partecipando al programma, i giovani non vengono ghettizzati i ma integrati ad altri gruppi con target diversi: “un mix di giovani e di esperienze, è un mix vincente” afferma Federico.

Tante le proposte, nate dalla collaborazione ed interazione fra tutti i tavoli di lavoro, volte a creare sinergia ed unicità fra Cento e le sue Frazioni: per esempio la promozione di un calendario di eventi, come riferisce Marco Pirani che non sovrapponga quelli di Cento con quelli delle Frazioni, così come  l’ idea di un Palio di tutto il ter