Ultime News
  • Home
  • homepage
  • GLI STUDENTI DELLA GUERCINO IN VISITA DIDATTICA ALL’ ISTITUTO CIECHI “FRANCESCO CAVAZZA” DI BOLOGNA

GLI STUDENTI DELLA GUERCINO IN VISITA DIDATTICA ALL’ ISTITUTO CIECHI “FRANCESCO CAVAZZA” DI BOLOGNA

By on novembre 30, 2016 0 219 Views
La classe 2D della scuola secondaria il Guercino, il giorno 25 Novembre ha svolto una uscita didattica a Bologna, per visitare l’ “Istituto ciechi Francesco Cavazza”, uno dei più quotati centri italiani per l’integrazione e l’autonomia delle persone non vedenti e ipovedenti. La visita è stata svolta nell’ambito del progetto e-Twinning “WE COUNT ON YOU! YOU CAN COUNT ON ME!”, che vede la classe 2D portare avanti un gemellaggio elettronico con il Liceul Teoretic Murflatar, in Romania. Poiché tre alunni della scuola rumena sono non vedenti, ci si è posti il problema di come comunicare al meglio con loro, al fine di renderli partecipi del nostro progetto. Gli alunni della 2D hanno scritto a computer delle lettere ai loro amici non vedenti; il personale dell’Istituto “Cavazza” si è offerto di stampare le nostre lettere in Braille, il sistema di scrittura universale per i non vedenti. Da qui l’idea di visitare l’Istituto per conoscere da vicino gli ausili elettronici ed informatici per non vedenti ed ipovedenti. Siamo stati accolti dal Signor Marco Mattioli e dal Signor Vito La Pietra i quali ci hanno illustrato gli strumenti tiflotecnici, dalle prime tavolette per la scrittura in Braille, alle macchine da scrivere, varie stampanti, i computer ed i telefoni cellulari. Ci hanno mostrato sofisticati strumenti utilizzati dalle persone ipovedenti per poter ingrandire le pagine scritte e poterle leggere. Il signor La Pietra, inoltre, ci ha mostrato un’aula didattica dove gli studenti non vedenti “leggono” con le loro mani le immagini di libri stampate in rilievo, oppure studiano su planisferi mobili, con le nazioni che si incastrano come puzzle. I nostri ragazzi hanno mostrato curiosità e interesse per un mondo che non conoscevano e al quale si sono avvicinati grazie ad un progetto di collaborazione, nel quale possono esprimere le loro competenze sociali e civiche, oltre che competenze digitali e nella lingua inglese.
Ad integrazione delle lettere scritte in Braille, i nostri studenti hanno anche realizzato un breve video di presentazione, affinchè i loro amici non vedenti possano ascoltare le loro voci.
Susanna Fogli
Share Button
Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *