Ultime News
  • Home
  • homepage
  • LISTA ATTIVA: IL 28 AGOSTO INCONTRO TRA IL COORDINAMENTO DI ASSOCIAZIONI DI VOLONTARIATO “CENTO INSIEME” E IL CANDIDATO SINDACO EDOARDO ACCORSI

LISTA ATTIVA: IL 28 AGOSTO INCONTRO TRA IL COORDINAMENTO DI ASSOCIAZIONI DI VOLONTARIATO “CENTO INSIEME” E IL CANDIDATO SINDACO EDOARDO ACCORSI

By on agosto 19, 2021 0 94 Views
La lista civica Attiva e il candidato sindaco Edoardo Accorsi incontreranno sabato 28 agosto alle 17.30 il coordinamento di associazioni di volontariato “Cento Insieme”. «Molte persone di Attiva hanno forti esperienze nel volontariato – ricorda Vito Salatiello, candidato renazzese della lista – per questo motivo decidiamo di partire da qui. Chi di noi si impegna nel volontariato sociale, chi nell’ambito culturale, chi in quello della sostenibilità. Le nostre sono storie e impegni differenti ma che hanno esperienze di cittadinanza attiva come denominatore comune».
Sull’importanza del volontariato e del terzo settore in generale torna Silvia Bidoli, candidata con Attiva e impegnata da anni nell’ambito della promozione culturale: «Tutti sanno quanto sia importante l’impegno delle associazioni di volontariato e quanto contribuiscano a migliorare il nostro tessuto sociale. La maggior parte delle iniziative che vengono fatte a Cento sono frutto del lavoro e delle idee del volontariato. Durante la pandemia – continua Bidoli – il volontariato ha offerto servizi di cura e di vicinanza a chi era solo o in grave bisogno. Sono state tante le iniziative di solidarietà: chi portando la spesa a casa, chi le medicine, chi offrendo vicinanza emotiva. Inoltre, una volta attenuate le misure di distanziamento, abbiamo animato piazze, cinema, campi sportivi per far sì che ci si potesse ritrovare in assoluta sicurezza».
«Sono molto contento di incontrare Cento Insieme per raccogliere spunti, bisogni e criticità. Senza il volontariato la nostra sarebbe una città molto più povera: culturalmente e socialmente – incalza Edoardo Accorsi -. È un mondo che va sostenuto e che deve essere protagonista delle scelte amministrative. Il volontariato non può essere considerato come la stampella del pubblico, non dev’essere che dove non arriva il Comune arriva il volontariato – conclude Accorsi -. C’è bisogno di condivisione, programmazione e investimenti perché il volontariato sia promosso in ogni sua forma e possa continuare a contribuire al benessere della città».
Share Button
Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *