Ultime News
  • Home
  • homepage
  • PER ACCORSI LA FRAZIONE DI ALBERONE È STATA DIMENTICATA DALL’AMMINISTRAZIONE

PER ACCORSI LA FRAZIONE DI ALBERONE È STATA DIMENTICATA DALL’AMMINISTRAZIONE

By on settembre 3, 2021 0 71 Views
Così scrive il candidato Edoardo Accorsi dopo il sopralluogo effettuato nella frazione di Alberone.
“Alberone è uno dei territori dimenticati dalla nostra amministrazione. Ne ho parlato con
alcuni cittadini nei giorni scorsi.
Lo dico con grande dispiacere, perché tutti i cittadini hanno pari diritto di vivere in un
contesto curato, dignitoso e accogliente.
Ma qui, come altrove, non è così: sono tante le frazioni che vivono il moltiplicarsi di stabili
vuoti e vedono crescere gli spazi di degrado, con aree in disuso divenute anche luogo di
abbandono di rifiuti. Questo nonostante le tante segnalazioni da parte di chi quei luoghi li
abita, sistematicamente rimbalzate nel muro di gomma di un’amministrazione poco attenta.
Esempio ne è la condizione del cimitero di Alberone, ristrutturato da pochi anni e già in stato
di decadenza per via della mancata manutenzione di base e del controllo sui lavori eseguiti.
Un caso emblematico in cui non sono mancate le risorse, è mancata l’attenzione.
Per non parlare dell’eterna “promessa” del nuovo asilo nido, zona ormai ridotta ad un’area
recintata in balia di sé stessa.
Situazioni del genere sono figlie di una dinamica miope che se non invertiamo darà ulteriore
spinta allo svuotamento delle frazioni e al moltiplicarsi di situazioni d’abbandono.
La riprogettazione di spazi urbani e la riconversione ecologica richiederanno una visione che
andrà oltre il mandato amministrativo. Ma quando si tratta di rimuovere dei rifiuti
abbandonati e di sistemare degli edifici pubblici, come il cimitero, le cose vanno fatte subito
senza lasciarle peggiorare irrimediabilmente: non è accettabile.
E ripeto una cosa importante: nella futura giunta creeremo un’assessorato dedicato alla
rigenerazione urbana. Su questo tema Cento non ha più tempo da perdere.”
Share Button
Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *